Vita da Musico: Sirente

0

Sirente è insieme un progetto e uno spazio di evoluzione personale, un luogo sicuro in cui ognuno di noi può essere sé stesso. Quando siamo nati come gruppo, anche prima di prendere la forma che state conoscendo adesso, abbiamo sempre lasciato spazio e rispetto per i singoli caratteri in modo che il sollievo e lo slancio verso il futuro che ci dà la musica diventassero più solidi delle singole opinioni. Come molti abbiamo cominciato con le cover nei pub, sognando il brit-pop, così dopo l’incontro con il nostro produttore ci siamo concentrati sul trovare un sound che coniugasse i nostri riferimenti sul piano della scrittura (artisti come The 1975) con il DNA del pop contemporaneo in Italia.
Il nostro nome è stato oggetto di lunghi dibattiti perché pensavamo di doverci rappresentare più attraverso i nostri gusti e le nostre passioni che dalla nostra quotidianità. Quando è arrivato il momento di raccontare agli altri chi eravamo però, l’idea di usare un simbolo, un totem rappresentativo del nostro spirito combattivo, austero e resiliente come il carattere della nostra terra ha prevalso e abbiamo scelto la montagna che ci ha guardato crescere personalmente e musicalmente durante tutta la vita. Musicalmente ci sentiamo “di tutti”, non ci sentiamo imbrigliati nel territorio, ma partire da lì per definirci è stato un passaggio di consapevolezza che ha chiuso una fase e iniziato nello stesso momento il capitolo che stiamo scrivendo proprio ora.
“Vivi A Domani”, il nostro singolo d’esordio, mette insieme le anime le idee e le esigenze di quattro ragazzi che nella musica vogliono trovare un incoraggiamento a vivere la vita, anche quella che sembra meno generosa. La Lei cui si riferisce il brano è la musica, quell’assoluto che ti fa fare pace anche con le avversità: ci piace pensare che ogni ascoltatore le attribuirà un significato diverso, una persona, un’idea, una passione. È un momento difficile per tutti e un po’ di ispirazione a guardare più in là del momento serve, meglio ancora se portata con il sorriso. Ora ci manca solo condividere tutto questo dal vivo: questa forse è l’unica cosa verso cui ogni tanto ci prende una punta di amarezza, che per ora combattiamo “abbracciando” il pubblico con qualche esibizione live online. È un vero regalo, come ogni commento sui social, ogni condivisione, ogni tik tok con la nostra canzone in sottofondo: quando abbiamo incontrato il nostro produttore abbiamo condiviso subito questo obiettivo, diventare memoria condivisa, colonna sonora della vita degli altri. Speriamo di riuscirci, perché siamo qui per restare!


Jonathan Di Felice (voce), Matteo Fontana (batteria) e i fratelli Valerio (chitarra) e Riccardo Giuliani (basso) sono quattro ragazzi abruzzesi profondamente legati alle proprie radici: la passione per la musica e il sentimento comune verso l’appartenenza al territorio li porta ad incontrarsi e a formare la band, ispirandosi alla forza e alla resilienza della terra dalla quale provengono. Il Sirente, una delle vette del gruppo montuoso che sovrasta la loro città di provenienza – L’Aquila – si fa così guardiano silenzioso e imponente che veglia su di una ripartenza non solo materiale ma soprattutto emotiva dopo gli accadimenti storici che nel 2009 hanno segnato la città.
La band propone un pop attuale e immediato che non trascura, in pieno stile it-pop, di attingere dalla tradizione cantautorale: la forza delle melodie è incorniciata da una produzione sia tradizionale nel suo essere “suonata” che moderna nell’utilizzo dei synth; un sound attuale con testi semplici concepiti per immagini e di facile immedesimazione anche grazie ad un canto che unisce perfettamente spinta e controllo.

INSTAGRAM // FACEBOOK

 

 

Share.

Comments are closed.