Vita da Musico: Ulula & Laforesta

0

Sulle spalle dei giganti è il nostro ultimo lavoro,  un ponte fra i lavori precedenti e il nuovo disco.
Un ponte sopra il fiume a quanto pare.
I giganti sono i fiumi e l’ho scritto dopo il mio ultimo viaggio in bici, percorrendo una tratta che va dall’Oceano Atlantico al Mar Nero. La chiamano appunto: “La strada dei fiumi”, taglia l’Europa a metà da ovest ad est seguendo Loira, Reno e Danubio.
Io, la bici, una tenda, tutti e nessuno. Il fiume è una ricchezza deflazionata in Italia, tranne in qualche piccolo luogo dimenticato da tutti.
Invece in Francia e Germania, Slovacchia o Ungheria, il fiume è un luogo di incontro; di vita, di comunione e aggregazione.
Il brano credo sia un esame di coscienza dopo 40 giorni da solo in giro per l’Europa: sopra alla bici, dentro una tenda.
A settembre ho raggiunto alla Tana del lupo: Mr. (Andrea Mandelli), Max (Maximilian Agostini) e jeck (Giacomo Mandelli). Ci siamo immersi nel fiume che è questa canzone e ci ha trasportato fino a quello che ora si può ascoltare: “Sulle spalle dei giganti”.
Dentro c’è il suono di sette stati europei e con la sana prepotenza balcanica tutti gli elementi affluiscono nella canzone per scorrere nell’unica direzione. Non ci sono ritornelli perché il fiume non torna indietro. C’è pure della propaganda, sì, perché se dovessi analizzare un fiume cercando un paragone lo vedrei come un grande corteo portatore di onestà e giustizia.
La fortuna di “avere” LaForesta, i tre soprascritti più: Simone Carradori, Filippo Chiarini e Alessio Profeti, è una certezza.
La certezza che la corrente del fiume sia sempre forte, che il corteo non torvi impedimenti, che quello che scrivo e compongo possa arrivare più lontano perché scortato anche da loro.
Nel prossimo disco staremo ben attenti a mantenere questa esoticità e a lasciar passare libero il corteo con quello che si porta dietro.


Il progetto nasce a Milano nel 2016 quando Lorenzo Garofalo in arte ULULA incontra tra i banchi del CPM Music Institute quelli che diventeranno i componenti de LaForesta: Andrea Mandelli, Filippo Maria Chiarini, Maximilian Agostini e Simone Carradori.
L’obiettivo è quello di accompagnare la voce e i testi del cantautore sperimentando tra il rock e il folk alla ricerca di un sound insolito e contaminato da diversi generi e sonorità.
Da subito il progetto funziona ed è protagonista in diversi contesti musicali tra cui il MonigArt Festival (BS), un evento FAI al Tempio del Lazzaretto di Verona (in apertura ad Andrea Valeri) e a Mantova per Radio Pico.
Nel dicembre 2016 accompagnano Franco Mussida all’Auditorium Massimo di Roma dove, oltre a suonare brani celebri del chitarrista, presentano alcuni inediti del proprio repertorio, con successivi concerti tra cui: Circolo Ohibò di Milano, il festival River e Sofar Sounds a Verona.
Nel 2017 arriva il primo tour “Estate povera” che tocca 15 città italiane tra cui Bologna, Firenze, Verona, Bergamo e Rimini. Nel periodo invernale dello stesso anno parte il tour “BLACKINVERNO” con ultima tappa a Torino.
Nel gennaio 2018 si concludono le registrazioni del primo EP prodotto da Max Elli. Nel maggio del 2018 esce “Lacerba” il primo singolo di ULULA&LaForesta.
Nello stesso periodo avviene l’incontro e la collaborazione con Miele e con il produttore Lorenzo Cazzaniga che sfocerà con la produzione del brano “Un uomo e una donna”.
Nel 2019, con l’aggiunta di Alessio Profeti alle percussioni, entrano al CoreTzone Studio di Diego Maggi per registrare il nuovo disco e contemporaneamente suonano per il tour di Chiara Dello Iacovo.

“Oddio l’oblio” è il brano pubblicato da ULULA & LaForesta che ha vinto nelle audizioni live il premio Musicultura come miglior performance aggiudicandosi un posto nella compilation Musicultura 2020.

Il 9 ottobre esce il nuovo singolo per Piuma Dischi “Sulle spalle dei giganti”.

 

FACEBOOK|INSTAGRAM

Share.

Comments are closed.