Vita da Musico: Googa

0

La prima estate che abbiamo trascorso insieme come Googa ci ha messo a dura prova.
Non avevamo molte serate programmate, distratti dalla scrittura, dimentichi del mondo
circostante e con pochissimi contatti come eravamo.
5 serate spalmate in 3 mesi, quasi tutte in posti sul mare, in spazi piccoli, piccolissimi, a volte
minuscoli.
Luglio. Croazia/Francia in televisione, ci prepariamo per andare a montare gli strumenti alla
“Rotonda sul mare”, cocktail bar dal nome eloquente.
Arrivati ci rendiamo subito conto della particolarità del posto. Una lingua di cemento conduce
allo spiazzo dove suoneremo, davvero rotondo, davvero in mezzo al mare.
Entusiasmo puro, sarà che il mare è una tavola, sarà che musica e natura ci fanno sentire come se
stessimo facendo un piccolo live at Pompei senza vulcani.
Insomma tripudio generale, tranne Luca (il bassista) lui no, fermo, immobile e serio, non
si cura delle risate, guarda dritto, mano a visiera, in lontananza, sospira:

– A regà… stasera s’allagamo

Motti e pernacchie, accuse, sberleffi.

– È una tavola non vedi?

Continuiamo a montare e tira il vento, facciamo il check e arrivano le prime timide onde.
Quando arriva la gente il mare si è ormai alzato ma non invade ancora la piattaforma, c’è
speranza, prepariamo una scaletta abbreviata e attacchiamo.
Non riusciamo ad arrivare al quarto pezzo che un’onda lunghissima invade completamente la
nostra postazione, ci salviamo dallo shock elettrico grazie alla prontezza di riflessi dei nostri
amici e collaboratori, ma la serata è andata, noi siamo zuppi e un po’ intristiti, una sola convinzione striscia sottile fra di noi:

– Poseidone suona il basso.


Googa nascono nel 2017 nella provincia romana, tra le città di Anzio e Nettuno, dalla collaborazione fra cinque amici. Francesco Siraco, il cantante, tira fuori dal cassetto qualche dozzina di testi di canzoni scritte nel corso degli anni. Lo stesso fa Eugenio Di Corinto, il tastierista. Con Luca Brignone al basso, e i fratelli Alessandro e Francesco Marroni, rispettivamente alla chitarra e alla batteria, sotto la luna estiva romana Googa cominciano ad arrangiare i nuovi pezzi scritti a quattro mani dai primi due. Completate le prime due canzoni, cominciano a esibirsi sulla scena romana: il debutto arriva durante Spaghetti Unplugged, e in quell’occasione nasce anche, per gioco, il nome della band, che poi verrà mantenuto.

Googa compongono brani in lingua italiana: i testi sono il frutto di un lavoro costante di rielaborazione e definizione, nella consapevolezza dell’importanza di utilizzare la musica come strumento di interpretazione e diffusione di battaglie per loro importanti, e scelte culturali consapevoli, senza per questo dover sacrificare entusiasmo e immedesimazione nell’ ascolto.

A dicembre 2018, dopo un anno di scrittura e composizione, selezionano alcune tracce per il primo EP, “Oblò”, un primo parziale sguardo sul mondo, prodotto da Gianmarco Ricasoli e registrato presso lo studio Impronte Records. L’EP, composto da 4 tracce, viene pubblicato a novembre del 2019 insieme al videoclip di “Occhi di cane” e anticipato dal singolo “Una faccia come la mia”. Contestualmente comincia una fitta attività live nei contesti più interessanti di Roma: Spaghetti Unplugged a ‘Na Cosetta, ItPop Night a Le Mura, Largo Venue etc. Googa si impongono in diversi contest, e si rafforza nella band la consapevolezza di voler portare la propria musica in giro per tutta Italia, aspettando ovviamente il momento per poter ricominciare a farlo.

GOOGA:  FACEBOOK – INSTAGRAM –  YOUTUBE 

Share.

Comments are closed.