Vita da Musico: Humanoira

0

Vorremmo festeggiare i nostri venti anni di attività, con un lascito che possa essere un aiuto per le future generazioni. Un monito, su tutto ciò che vuol dire affrontare un tour di un disco a spese contenute. È con orgoglio che Humanoira presenta:

IL PRONTUARIO DEL TOUR, PER IL MUSICISTA INDIE DI MEDIO\BASSO LIVELLO (d.m.b.l)

A come ALCOOL (bevanda a base di.)
Liquidi generalmente assunti pre e post concerto. Assumerne troppo prima, può trasportarti in una esperienza live unica. Tonino Carotone ad esempio, è solito richiedere una bottiglia di whisky da consegnare TASSATIVAMENTE dopo il concerto.
Se vuoi scoprire perché vai a vedere un suo concerto coi tuoi occhi.

B come BAND:
Modo in cui viene chiamato il gruppo da musicisti con una certa convinzione di superiorità culturale, nonché con l’ostinata esibizione di questa cultura “elevata”, e inclini ad una curata trasandatezza nel vestire.
Es: “Io e la mia Band stasera suoniamo al Fujiko”

C come CONCORSO o CONTEST MUSICALE:
Strage esecrata per il numero delle vittime e per la violenza dei metodi. Avvenimento molto simile alla tombola natalizia coi parenti.

D come DISCO:
Santa reliquia in disuso da circa un decennio. Oggetto sacro per il musicista, che conta di poterlo vendere per lo più dopo un concerto. Non lo vende neanche a portarsi Baffo Roberto dietro il tavolo del merchandising .

E come ETICHETTA DISCOGRAFICA
“Con 400 euro ti registro il disco in casa, Suona bene, lo metti su Vimeo, fai girare la voce Tra un anno Acocella E tra due anni a fare il benzinaio” (Supercit.)

F come “FUORI!! FUORI!! FUORI!!”
Avverbio urlato dai fan per richiedere al gruppo di tornare sul palco per il bis. È molto importante che venga rispettata la tempistica di tale richiesta, faccia quindi riflettere se questa richiesta viene fatta quando il gruppo sta ancora suonando.

G come GIN TONIC
Rimedio universale, buono per tutti i mali.

H come Hotel
Leggendaria costruzione di cui si narra in molti manoscritti. Pare che in un passato remoto qualche artista indie d.m.b.l sia riuscito anche a pernottarci spesato a spese dell’organizzazione dopo un concerto.

I come INDOVINO
Stato paranormale che ogni componente del gruppo raggiunge, mediante la condivisione perpetrata di spazi e tempi, finendo per essere in grado di anticipare singhiozzi e scoregge degli altri componenti, mettendosene quindi al riparo.

J come JACK
Animale migratorio simile al serpente. La stagione migratoria (e definitiva) comincia quando questi viene prestato ad un altro componente del gruppo.

K come KM PERCORSI
Misura infinita, visibile solo in parte a occhio nudo che rimanda malinconicamente alle lettere R e M del prontuario.

L come LIBIDINE
Sensazione raggiunta al primo applauso o al primo “bravi” seguita da una brama sregolata di ulteriori dimostrazioni di apprezzamento del proprio progetto

M come “MA LA PORTATE GENTE?!”
Sofisticato strumento di precisione usato dai titolari del locale per calcolare la portata organica dell’evento con conseguente buona riuscita dello stesso.
Poi magari sei di Santa Maria di Leuca e suonando a Milano ti riesce difficile spiegare al “Genio” che se non viene nessuno non sei tu, ma è il suo locale che non se lo caga nessuno manco di pezza.

N come NESSUNO
“…Eppure era pubblicizzata bene la cosa.
Avevo creato anche l’evento su Fb!!!”

O come ORGANIZZATORE
Creatura mitologica che pare esistere in ogni gruppo.  Queste pericolose creature non bevono, guidano per ore e ore, parlano con i titolari dei locali e trattano i cachet.
Generalmente sono loro che chiamano il gruppo “Band” (vedi lettera B)

P come PUZZO
Di piedi. Costante. Ovunque.

Q come “QUESTA è L’ULTIMA VOLTA CHE VENGO”
Mendace dichiarazione di intenti a fine Tour.

R come RIMBORSO SPESE
Quantitativo in denaro con cui viene remunerato il musicista indipendente d.m.b.l. Spesso per accettare tale cifra è necessaria da parte del musicista l’umiliazione e la completa perdita di dignità.

S come SCOSSONE
Lo scossone è una pratica terapeutica fondamentale del tour. Questa consiste nel frenare col piede sinistro urlando un barbarico “aaaaaaahhhhhhh”, quando si è in autostrada di notte alla guida del furgone e l’unico rimasto sveglio del gruppo. Tale pratica fa tornare immediatamente alto il livello di attenzione degli altri componenti del gruppo.

T come TELECASTER
Essere supremo oggetto di venerazione da parte degli uomini, che credono sia dotato di poteri infiniti.

U come UNICA
Come l’esperienza che vivi affrontando un tour low-cost , non la si può raccontare. Succedono cose, che non esistono nel mondo reale, nel quotidiano.

V come VINILE
“Ah peccato avete solo io cd?!? No guarda se c’era in vinile vi prendevo il disco…”

Z come Zero
Cifra che ti resta in tasca quando è andata bene, dopo aver girato mezza Italia col culo su un furgone Diesel del 78, suonando nei posti più disparati e dormendo in posti che farebbero rabbrividire un Vietcong.
Resta l’amore per quello che fai però. Che è il tuo più grande successo.


BIO:
Gli Humanoira nascono a Livorno da un’idea di Riccardo Vivaldi (Voce/Chitarra) e Davide “Junox_106” Varriale (Basso/Laptop). Vero punto di forza nella musica degli Humanoira è il cantato di Riccardo , che con un fare teatrale e mai scontato trascina in situazioni al limite dell’impossibile dove la realtà si fonde con la fantasia,e viceversa; attimi di vita, sentimento (si proprio lui),poesia, giochi di parole, dove ironia e sarcasmo non mancano. ll primo disco arriva in collaborazione con Snowdonia Records dal titolo L’arte di sciogliere la neve. Il secondo disco intitolato Fedeli alla linea esce in collaborazione Seahorse Records che stupisce e conferma l’ottimo consenso del disco d’esordio. Nell’arco degli anni Humanoira divide il palco con
numerosi artisti tra cui Giorgio Canali e Rosso Fuoco, Malfunk, Appaloosa, Tonino Carotone, Il Teatro Degli Orrori, El guapo, Il parto delle nuvole pesanti. Otre ad essere selezionati ed accedere alle finali dei principali Festival italiani come Italia Wave, Marea Festival, Rock Contest di Controradio, Musica Viva e Festival Pub Italia.
A Ottobre 2019 arriva il nuovo lavoro discografico dal titolo Sorrisi & Canzoni, anticipato dal primo singolo Tutto ok…ma ti devo parlare!! in sotto l’etichetta Alka Record Label, prodotto da Michele Guberti in collaborazione con Manuele Fusaroli (gia’ produttore di The zen Circus, Bugo, Nada ,T.A.R.M., G. Canali), che segna una linea di confine ben marcata rispetto alla produzioni passate mostrando il loro lato pop cantautoriale piu intimo.

 

Share.

Comments are closed.