Le Guess Who 2018: #5 Chihei Hatakeyama

0

Dopo aver parlato di una band che, in teoria -e speriamo in pratica-, dovrebbe farci sudare tutti (Bo Ningen), ritorniamo a sonorità tranquille, rilassanti e suggestive grazie all’opera discografica di quest’artista giapponese: Chihei Hatakeyama.
La sua esibizione, curata da Devendra Banhart*, sarà legata a musica Ambient con molti riferimenti alla New Age: il genere proposto da questo artista fa largo alla meditazione e delinea paesaggi così differenti tra loro che fanno parte di un’entità parecchio lontana dalla realtà caotica giapponese che siamo abituati a vedere in documentari, film o simili.

Il maestro della musica Ambient, infatti, rappresenta con queste sonorità una sorta di quella  spiritualità, parecchio evidente nei paesaggi e territori molto lontani dal traffico, l’inquinamento e le voci della grande metropoli.
Non sono sicura che riuscirò a reggere l’intera performance di Chihei Hatakeyama, ma la curiosità di ascoltare e farsi trasportare in un Giappone “nuovo” e per nulla scontato (che, forse, riesca ad andare oltre ai film di animazione di Miyazaki o quello descritto da  alcuni scrittori del posto), allo stesso tempo, mi affascina parecchio.

 

(* Artisti come Devendra Banhart, Cass McCombs, Art Ensemble of Chicago, The Breeders e simili non verranno inclusi in questa rubrica dedicata alla line-up de Le Guess Who? 2018: sono artisti che, sicuramente, avrò modo di vedere, nonché gli headliner del festival).

Share.

About Author

Comments are closed.