GRAND DRIFTER ann. “Lost Spring Songs”, l’album d’esordio in uscita il 12/10, prod. da Paolo Enrico Archetti Maestri (Yo Yo Mundi) – Fuori oggi “Circus Days”, primo singolo

0
LOST SPRING SONGS” 

L’ALBUM DI DEBUTTO DEL PROGETTO SOLISTA POP-INDIE-FOLK DI ANDREA CALVO 
IN USCITA IL 12 OTTOBRE 2018 PER SCIOPERO RECORDS/SELF, 
PRODOTTO DA PAOLO ENRICO ARCHETTI MAESTRI  (YO YO MUNDI)

Primo singolo estratto “CIRCUS DAYS”, ascoltalo qui:
https://spoti.fi/2QzoMXb

POP SONGS CON ACCORDI IN MINORE, DENTRO UN IMMAGINARIO PERSONALE TRA BEATLES E ELLIOTT SMITH

 

Artista: GRAND DRIFTER
Titolo Album: LOST SPRING SONGS 
Release date: 12/10/2018
Etichetta: Sciopero Records
Distribuzione: Self 
Edizioni: La Contorsionista

Tracklist:
1The Balloon’s Boy, 2. Circus Days, 3. Closer Doesn’t Mean Near, 4. Human Noise, 5. Junkyard, 6. Flesh and Bones, 7. Somebody Must Fall, 8. Listen To The Soul, 
9. Silent Brother, 10. Untitled Waltz, 11. The Way She Knows,  12. A Lost Spring Song, 13. The Balloon’s Boy (reprise) 


 

Grand Drifter è Andrea Calvo (voce, chitarra, pianoforte, strumenti).
“Lost Spring Songs” è il suo primo progetto solista: 12 brani, acustici ed elettrici (più una breve reprise finale) registrati tra il 2017 e il 2018, nelle quali l’artista utilizza un linguaggio formale e armonico esplicitamente legato a certo pop (…con il cuore nei 60s) e a certi autori amati, dando vita ad una conversazione ideale e segreta con questi ultimi. 

“Un’ ideale raccolta di canzoni collocate “fuori dal tempo”, in un mondo immaginario che vorrebbe riprodurre ancora, e all’infinito, le emozioni di certi ascolti fatti.  Spesso ho trovato ispirazione immaginando che le mie canzoni fossero prese da un disco inedito dimenticato e riscoperto a posteriori.” – Andrea Calvo

Un cantautorato gentile, delicato ed instrospettivo, capace di arrivare dritto al cuore della gente.  Andrea Calvo scrive in musica le proprie emozioni, attraverso un filtro pop-indie-folk fatto di testi immediati, che spesso richiamano immagini semplici ma dense di significato. Emblematica in tal senso è la stessa copertina del disco, che raffigura l’equilibrista che l’autore canta nella traccia n. 2 del disco: un equilibrio che evidenzia una stabilità precaria, che tuttavia, proprio per questo, non è staticità.
L’equilibrista diventa così una specie di stato danimo, un personaggio che ammette tutte le proprie fragilità e non le nasconde, anzi si ostina a volere camminare su un filo, come a volersi riscattare lungo il percorso. Un tentativo solitario e interiore, unambizione alla vitalità.

 


Grand Drifter 
è Andrea Calvo (voce, chitarra, pianoforte, strumenti) con le sue canzoni. Numerose negli anni le collaborazioni come musicista a diversi progetti, la più importante come tastierista e chitarrista degli Yo Yo Mundi nel tour italiano di “Resistenza”.

Credits _”Lost Spring Songs”
Prodotto artisticamente da Paolo Enrico Archetti Maestri (Yo Yo Mundi), il disco è stato co-prodotto, registrato, editato e mixato tra Torino e Rivalta da Dario Mecca Aleina (Suoni & Fulmini Studio, Attimo Recording Studio). Il mastering è stato realizzato da Alessandro Ciola all’Imagina Production Studio, Torino.  Presenti nel disco numerosi ospiti e amici, come Paolo Enrico Archetti Maestri, Eugenio Merico e Andrea Cavalieri (Yo Yo Mundi), Michele Sarda(Neverwhere, New Adventures in Lo- fi)Cristian Soldi e Sara Bronzoni (Cri + Sara Fou)Diego Pangolino (Buona Audrey, Tomakin), e una sezione ritmica costituita da Roberto Ghiazza e Fabrizio Racchi, componenti della storica band italiana underground di pop psichedelico Knot Toulouse (Contempo/OnOff Records). 


Facebook: www.facebook.com/GrandDrifter
Instagram: instagram.com/granddrifterband,  
Sciopero Records: facebook.com/Scioperorecords, 

Share.

About Author

Comments are closed.