tunng, un nuovo album in arrivo il 24 agosto

0
TRACKLIST
Dream In / ABOP/ Sleepwalking / Crow / Dark Heart / Battlefront / Flatland /
Nobody Here / Evaporate / Like Water / Dream out
‘The group has managed to retain a sense of innocence,
freshness and pure joy in the act of creation’ 
– Magnet
Si intitola ‘Songs You Make At Night’ il nuovo album dei tunng, disponibile dal 24 agosto in digitale, cd, vinile nero, blu e in edizione limitata insieme a un 7″ con due bonus track.

Per questo quinto lavoro di inediti, Sam Genders Mike Lindsay, quest’ultimo impegnato anche nel progetto LUMP con Laura Marling, hanno riunito la prima line up della band, inattiva sin dai tempi di ‘Good Arrows‘ (Full Time Hobby, 2007).

‘Desideravamo fare un disco dei tunng con la line up originale’, afferma Lindsay. ‘C’era una vera magia nei primi dischi e volevamo catturarla nuovamente’.

Dalla nascita della band nel 2003, i tunng hanno sempre esplorato i confini tra musica acustica ed elettronica, dando il via al folktronica prima di trasferirsi in un territorio diverso, riuscendo a eludere quell’etichetta musicale per continuare a ridefinirla. ‘Songs You Make At Night’ documenta il feeling ritrovato tra un gruppo di persone per far emergere qualcosa di nuovo e lungimirante.

‘Siamo tutti così diversi nella band ma ognuno dà qualcosa di essenziale, qualcosa che porta i tunng a uno stato di euforia, che sia in studio, sul palco, sul furgone o in un pub. Penso che le nuove canzoni di Mike e Sam abbiano tirato fuori il meglio da tutti noi’, conferma la cantante Becky Jacobs.

‘Songs You Make At Night’ è anche il loro album più elettronico fino ad oggi. Dopo l’anticipazione di ‘Flatland‘, il secondo singolo ‘ABOP‘ sbatte il moog sopra un beat di una 808 con un sample tratto da un discorso dell’attrice porno Mary Millington, trasformando il tutto in una magica festa pop. Un’atmosfera percepita anche nel video prodotto da Kijek/Adamski.

Tono, tema, testi, umore e personaggi di ‘Songs You Make At Night’ esistono in uno stato fluttuante tra la notte e il giorno: ‘Mi sono appassionato all’idea di un oscuro mondo sottomarino soffuso di sacche di luce e bellezza, alcune delle canzoni sono nate da questo stato mentale, tra conscio e inconscio’, afferma Genders.

Crepuscolare nella sua natura, Lindsay spiega così invece il titolo del disco: ‘Penso che le canzoni prodotte di notte siano importanti, possono significare una moltitudine di cose: semplici canzoni, sogni, conversazioni tra cuscini, azioni e decisioni, movimenti. Il tutto può essere molto personale, come i pensieri che ti tengono sveglio di notte’.

Share.

About Author

Comments are closed.