[social] [social_icon link="/?feed=rss2" title="RSS" type="rss" /] [social_icon link="http://facebook.com/lostingroovemag" title="Facebook" type="facebook" /] [social_icon link="http://twitter.com/lostingroove" title="Twitter" type="twitter" /] [social_icon link="http://plus.google.com/113020370236331355022" title="Google+" type="google-plus" /] [/social]

ALBERTO CIPOLLA: FOGGY DAY è il primo singolo tratto dall’album BRANCHES

0

FOGGY DAY è il primo singolo di ALBERTO CIPOLLA tratto dall’album BRANCHES, in uscita il 30 marzo per MeatBeat Records. Il disco del musicista, compositore e pianista piemontese segue il debut album Soundtrack For Movies In Your Head, apprezzatissimo dalla critica, oltre alle musiche per programmi tv nazionali, colonne sonore per film e documentari scritte, prodotte e arrangiate negli ultimi anni.

FOGGY DAY, uno degli episodi più malinconici di BRANCHES, è una piano ballad che trova nei tasti del pianoforte il fil rouge compositivo. Il brano è impreziosito dalla collaborazione con Cecilia, che regala a Foggy Day una meravigliosa linea di arpa e dei cori che s’intrecciano perfettamente con la voce di Alberto e con i ricami sonori degli archi.

Il video, ambientato sul palco di un teatro, è il risultato di un attento lavoro sui colori, sulle luci e sulle ombre. Nei cinque minuti del videoclip Foggy Day racconta le difficoltà di una persona nell’affrontare diverse situazioni del suo passato. È un viaggio nei ricordi, quelli più ingombranti: traumi, solitudine, giudizi delle persone. Il peso di tutto ciò è rappresentato da un palloncino legato alla mano della protagonista, solo all’apparenza leggero e destinato a incatenarla emotivamente ancora a lungo. C’è però un modo per sciogliere il nodo: ritrovare l’amore e la fiducia del (e per il) prossimo.

“Foggy Day nasce dalle esperienze negative di alcune persone a me vicine e che, purtroppo, sento sempre più spesso condivise. È un modo per dire di non smettere di cercare la luce alla fine del tunnel quando si viene colti da periodi particolarmente neri, anche quando la soluzione migliore sembrerebbe essere quella di chiuderlo, il tunnel. Mentre invece, con un lavoro certamente difficile, se ne può uscire, come dopo dei giorni di nebbia.”

BIO
Classe 1988, Alberto Cipolla muove i primi passi nella musica già dall’infanzia e dopo anni di studi di pianoforte ottiene il diploma di Composizione al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, dove attualmente sta terminando gli studi in Direzione d’Orchestra, il diploma in produzione musicale presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo (CN) ed il biennio di “Contemporary Writing and Technology” presso il CPM di Milano. Negli ultimi anni ha scritto, arrangiato e prodotto musiche per programmi tv nazionali, colonne sonore per film e documentari tra cui “Il Corridore” di Stefano Scarafia e Paolo Casalis, “Sagre Balere” di Alessandro Stevanon e “The Plan” di Paolo Dematteis, diversi cortometraggi di animazioni, musiche per spot promozionali di eventi e sonorizzazioni per mostre d’arte. Lavora inoltre sia come autore/arrangiatore per terzi, spaziando dal pop al rock, fino alla musica elettronica. Il 26 maggio 2014 esce il disco d’esordio, “Soundtrack For Movies In Your Head” (edito da VideoRadio e distribuito SELF). L’album, accolto dalla critica con ottime recensioni, racchiude in 13 brani il meglio delle capacità compositive dell’artista. Nel 2015 vede la luce il singolo strumentale “Awakening in Two”, anche in una versione con testo scritto da Marco Guazzone e Stefano Costantini degli STAG. Nel luglio dello stesso anno Alberto si è esibito a Berlino in occasione del COFFI Italian Film & Art Festival.
Nel 2018 esce il secondo album, BRANCHES, per l’etichetta MeatBeat Records.

Contatti:
www.albertocipolla.com
facebook.com/albertocipollamusic/
instagram.com/albertocipolla/
twitter.com/albertocipolla

Share.

About Author

Comments are closed.