“Fadjamou” di Oumou Sangarè

0
IL NUOVO VIDEO DELL’AFFASCINANTE USIGNOLO DEL MALI, STAR DELLA MUSICA AFRICANA IN TUTTO IL MONDO (IN PARTICOLARE IN FRANCIA e OLANDA), TRATTO DAL NUOVO ALBUM “MOGOYA” PUBBLICATO IL 19/5 PER NØ FØRMAT RECORDS
guarda e condividi il nuovo video di “FADJAMOU”
Dopo “Yere Fega” ft. Tony Allen e “Kamelemba” è il terzo video tratto da “Mogoya, 
il nuovo e attesissimo album di Oumou Sangare pubblicato per NØ FØRMAT Records.  
Il video è un omaggio ai colori e paesaggi africani che si fondono in una sintesi perfetta con lo stile eccentrico e inconfondibile di Oumou Sangaré. 
Sono passati otto anni dall’ultimo album pubblicato da Oumou Sangaré e molto è cambiato nel mondo della musica africana in questo periodo di pausa di questa incredibile voce africana, con Rokia Traorè tra le più apprezzate e conosciute al mondo.  Mogoya, il nuovo album di Oumou Sangaré uscirà il 19 maggio per l’etichetta  francese Nø Førmat. La potenza della voce e la potenza dei messaggi rimangono inviolati quello che cambia è il contesto sonoro che si è evoluto grazie ad un nuovo e vitale team di produzione che ha donato alle canzoni del nuovo album “Mogoya” (tradotto significa “persone oggi”) un nuovo punto di partenza per la storia e per la carriera di Oumou Sangaré.
Se è vero che le radici sono le stesse, la tradizione della musica del Mali, è anche vero che Oumou Sangaré si spinge in territori mai attraversati prima. Registrato a Stoccolma da Andreas Unge e prodo
tto a Parigi dal team di produzione A.L.B.E.R.T. (Vincent Taurelle, Ludovic Bruni and Vincent Taeger), “Mogoya” è un disco che rende omaggio al ricchissimo passato del Mali e guarda attentamente al futuro. Gli strumenti africani come il kamele n’goni (arpa), karignan (metal scraper) e il calabash (percussioni) si uniscono alla chitarre elettriche, al basso alle tastiere e synths, mentre TonyAllen, un tempo leader della band di Fela Kuti, appare alla batteria.“Mangoya” di OumouSangaré è un disco di contaminazione africana, vivo e pulsante, da scoprire senza troppe preclusioni mentali e sonore, un disco di ricerca per capire come si evolve il suono dell’Africa, con quella che è una delle voci più importanti del pianeta.
ascolta e condividi “Mogoya” da Spotify
Share.

About Author

Comments are closed.