ROSELUXX, ‘Feritoia’ – Il nuovo album dei Roseluxx dal 26 maggio per Goodfellas

0
‘Feritoia’ è il nuovo album dei Roseluxx, seguito dell’ottimo ‘Resti di Una Cena’ uscito nel 2014 sempre per Goodfellas Records.
L’avventura dei Roseluxx è iniziata nel 2012 per volontà di Tiziana Lo Conte e Claudio Moneta,
in seguito si sono uniti Federico Scalas e Marco Della Rocca.


Quella dei Roseluxx è pura avanguardia sonora, ricondotta alla forma canzone di tradizione autoriale,
cantata in italiano, con incursioni nei territori dell’ avant-rock e della sperimentazione. 


Al precedente lavoro dei Roseluxx avevano collaborato Emidio Clementi dei Massimo Volume e Luca Mai di Zu e Mombu,
nel nuovo ‘Feritoia’ sono presenti, tra gli altri, Julia Kent, compositrice e violoncellista di Antony & the Johnson
e Luca Venitucci (membro degli Ardecore e assiduo collaboratore di Butch Morris e Lee Ranaldo).


Ascolta ‘Dalla Mia Feritoia’, primo estratto dal nuovo lavoro dei ROSELUXX –
https://soundcloud.com/user-969886880/roseluxx-dalla-mia-feritoia


I Roseluxx presenteranno in anteprima il nuovo album ‘Feritoia’ all’Angelo Mai di Roma il 30 maggio,
ospiti della serata saranno Luca Venitucci e Julia Kent. 




ROSELUXX – ‘Feritoia’ / Goodfellas Records
‘Feritoia’ dei Roseluxx uscirà su cd e vinile con tracklist differenti.
La versione vinile sarà disponibile con un download gratuito per scaricare la versione cd di ‘Feritoia’.


Tracklist CD:

1 Rollerball / 2 Dalla mia feritoia / 3 Imparare ad attraversare la strada / 4 Garage Moebius 1
5 Scimmia nuda / 6 Gli ozi di Capua / 7 Brigata partigiana Alphaville (a mio padre) / 8 Tenebra bianca
9 Garage Moebius 4 / 10 Sankara / 11 Via Rasella / 12 Dersu Uzala / 13 Garage Moebius 5

Tracklist vinile:
Lato A: 1 Rollerball / 2 Dalla mia feritoia / 3 Imparare ad attraversare la strada / 4 Scimmia nuda / 5 Gli ozi di Capua
Lato B: 6 Tenebra bianca / 7 Sankara / 8 Via Rasella / 9 Dersu Uzala

Roseluxx info :
. www.facebook.com/pg/roseluxx.band
. www.roseluxx.com

‘Feritoia’, nuovo album dei Roseluxx, arriva a 4 anni di distanza dal precedente ‘Resti della Cena’. Il nuovo album frutto di un lungo periodo di gestazione, ha permesso ai Roseluxx di fondere il sound perfetto e trovare l’equilibrio tra la forma canzone e la sperimentazione. L’attività live e l’affiatamento consolidato della formazione – maturata e resa stabile dall’arrivo di Marco Della Rocca alla batteria – hanno reso i nuovi brani ancora più solidi e sonori rispetto a quelli del precedente ‘Resti di una Cena’.

La band conferma la tendenza, già messa in luce nel primo lavoro, della ricerca degli scenari evocati a sostegno delle liriche, mentre una maggiore ruvidità (‘Scimmia Nuda’, ‘Sankara’, ‘Rollerball’), si alterna a una eleganza autoriale, (‘Tenebra Bianca’, ‘Imparare ad Attraversare la Strada’), dove il contributo degli ospiti, tra cui Julia Kent e Luca Venitucci, conferisce aperture inaspettate, seppur inscritte nello stile Roseluxx.

La ricerca dell’ avant-rock e della musica contemporanea, la sperimentazione elettroacustica, l’improvvisazione e le istanze elettroniche, nei Roseluxx confluiscono, senza alcuna forzatura, nella forma canzone in italiano e di tradizione autoriale, dando luogo a composizioni armonicamente rigorose e destrutturazioni ricercate. 

Ad impreziosire ancor più il lavoro di ricerca e sperimentazione della band, le collaborazioni nel primo album con Emidio Clementi (Massimo Volume), Luca Mai (Zu, Mombu), solo per citarne alcuni e ancora Julia Kent (compositrice e violoncellista di Antony & the Johnson), Luca Venitucci (Ardecore, collaboratore di Butch Morris e Lee Ranaldo), Fabrizio Tavernelli (Acid Folk Alleanza, Materiale Resistente, Sugar, Sony), Alberto Popolla e Roberto Fega, appartenenti alla scena improvvisativa romana, ospiti nel nuovo lavoro “Feritoia”.

Tra i live dei Roseluxx: Dal Verme, d’Ada Park – Villa Ada, C.A.E. Città dell’Altra Economia, Locanda Atlantide, Nuovo Cinema Palazzo, Airport 1, Sparwasser, Fanfulla 5/a, Pigneto Spazio Aperto, Festival, MEI Faenza, Circolo H di Latina. La band ha inoltre tenuto alcuni concerti a Berlino (Nussbreite, K- Salon, Neontoaster).

I membri dei Roseluxx hanno fatto della musica una scelta di vita, dedicandosi da sempre alla ricerca e alla sperimentazione portano avanti diversi progetti paralleli. 
Tiziana Lo Conte, voce ed elettronica, ha collaborato con Zu e Ardecore e vinto Arezzo Wave con i Goah. Fa parte di altre formazioni quali Olympian Gossip e Phlox. Da diversi anni si occupa dell’ organizzazione di Festival (Arte Contemporanea Revolt, Synchrofilm, dedicato alle sonorizzazioni) e con il collettivo Circuiterie degli eventi del Cinema Palazzo. Tiziana ha inoltre un progetto solista legato all’elettronica e compone lavori per il teatro e la danza.

Claudio Moneta, chitarre e autore delle liriche, fondatore dei Goah, Premio Amnesty International 2002 per i testi dei Monzon, compone musica per la danzatrice di Butoh Alessandra Cristiani e sonorizza video per la FAO. Cofondatore con Tiziana Lo Conte dei Roseluxx.

Federico Scalas, contrabbasso, basso elettrico e violoncello, ha suonato con Ex-Tempora, Enrico Capuano, Fiurdo Trio, Annamaria Ciampaglia, compositore per il teatro e per la danza, di rilievo la collaborazione con il danzatore Flavio Arcangeli; è docente di Elettroacustica al Conservatorio di Musica S. Cecilia di Roma.  

Marco Della Rocca, batteria e percussioni,  fondatore dei Memoria Zero, membro attivo di diverse band della scena romana, Blackmondays, Sunomi e PAD, da sempre è interessato alle collaborazioni con il teatro e la danza, (Arturo, Travi Rovesce. Immobile Paziente).

                                       
Roseluxx:
Tiziana Lo Conte – voce, elettroniche 
Claudio Moneta – chitarre, testi
Federico Scalas – contrabbasso, basso elettrico, violoncello 
Marco Della Rocca – batteria, percussioni

‘Feritoia’ guest:
Julia Kent – Violoncello in ‘Ozi di Capua’ e ‘Dersu Uzala’
Luca Venitucci – Pianoforte in ‘Tenebra Bianca’; Fisarmonica in ‘Via Rasella’
Fabrizio Tavernelli – Voce  in ‘Feritoia’
Roberto Fega – Sax in ‘Impro Moebius’
Alberto Popolla  – Clarinetto Basso in ‘Impro Moebius’

Share.

About Author

Comments are closed.