Vita da Musico: I’m Not A Blonde

0

La vita del musicista può essere per alcuni aspetti , una vita fatta di routine, soprattutto se non hai più vent’anni e non ti chiami Lady Gaga.

Ti alzi, fai colazione, guardi le mail, fai ricerche per tenerti aggiornata, corri al lavoro parallelo che ti permette di mantenere il tuo lavoro di musicista, torni, cerchi di scrivere dei pezzi sensati e poi stramazzi a letto.

A volte pero la nostra vita può diventare veramente speciale, soprattutto quando, in giro per concerti, sei di quell’umore curioso del mondo esterno e lasci che tutto ciò sta per accadere ti sorprenda; perché le persone e i mondi che stai per scoprire sono cosi vari e contrastanti e diversi dai tuoi, che non te l’aspetti proprio.

Facciamo due esempi.

Barcellona dicembre 2013 :in una comune abitata da Circensi, artisti di strada, un clown contorsionista olandese, una pianista giapponese di fama internazionale, un danzatore di Butoh:

“Questa sera suonate alle 18. Ok figo. Dove ? ah in questa grotta ? si si ma non preoccupatevi, c’è solo un po un problema di acustica…no infatti noi usiamo una loopstation sai com’è…no ma ok .Ore 17.30 , ci mancano le casse dell’impianto, andiamo a sentire se l’amico , dell’amico , dell’amico di Xavier ha due casse. Ok no problem. Ore 20.30 che dite suoniamo , ma si dai…”

E la verità è che è stato magico davvero; delle persone che ascoltavano, con grande rispetto e attenzione quello che stavamo facendo, che si concedevano il tempo di stare in quello che stavano vivendo.

Firenze gennaio 2015 : palazzo Corsini durante la sfilata di Andrea Incontri a Pitti uomo.

“ Partiamo ore 9 da Milano. Si ok abbiamo tempo, tanto la sfilata è alle 18. Ore 12.30 Palazzo Corsini. Allora voi montate la vostra roba sul palco, fate soundcheck, poi venite a fare trucco e parrucco, poi venite a provare gli abiti, poi facciamo la prova con i modelli . Ok va bene , facciamo soundcheck ( suona da paura ) , madonna che bella questa sala . Dai muoversi trucco parrucco , ma veramente ci vogliono mettere quei pantaloni ?..solo se vi sentite a vostro agio. Beh io sarei più a mio agio se respirassi, comunque . Dai veloci muoversi la prova modelli. Ok arrivano i primi ospiti, supereleganza, salite sul palco. Parte la sfilata 7minuti e 30 secondi . Ok grazie ragazzi a casa tutti. Ore 18.10 il vuoto.”

Siamo rientrate a Milano alle 2 di notte e non sapevamo se era realtà o avevamo sognato. È stato uno dei momenti più intensi ed emozionanti della nostra breve carriera.

PS Io e Chiara abbiamo suonato la prima volta insieme a Barcellona, e da li abbiamo deciso di formare I’m Not a Blonde.

 

I’m Not A Blonde (But I’d Love To Be Blondie) sono Chiara “Oakland” Castello e Camilla Matley.
Polistrumentiste e compositrici, dopo aver pubblicato nel 2014 EP01 tornano a febbraio 2015 con EP02, il secondo capitolo di una trilogia di EP a scadenza trimestrale contenenti 3 brani ciascuno, chiamata goliardicamente 3P. Il terzo ed ultimo capitolo della trilogia, EP03, è previsto per maggio 2015.

Read more: http://www.facebook.com/Imnotablonde.butIdlovetobeBlondie // http://imnotablonde.bandcamp.com/releases

Share.

About Author

Comments are closed.