Gavin Harrison: Il batterista dei Porcupine Tree e King Crimson torna col nuovo album

0
Gavin Harrison, l’innovativo batterista Prog dei Porcupine Tree, al momento al lavoro con King Crimson, le cui collaborazioni musicali hanno spaziato da Iggy Pop aLewis Taylor, Manfred Mann e Kevin Ayers, sta per consegnarci il suo nuovo sfavillante album, “Cheating The Polygraph” su etichetta Kscope (distribuzioneAudioglobe il 13 Aprile 2015.)

“Cheating The Polygraph” è un progetto a dir poco ambizioso che vede l’inquieta e creativa anima di Harrison rivisitare otto canzoni dell’acclamato repertorio dei Porcupine Tree, in un quadro intenso e vibrante che dà pienamente sfogo e libertà alla sua creatività musicale.

Così Harrison spiega il suo approccio a “Cheating The Polygraph”:
“Credo che ogni album necessiti di una messa a fuoco e di un piano vero e proprio così mentre pensavo a come scrivere nuovi accordi per il progetto di una big band ho fatto una versione di ‘Futile’ dei Porcupine Tree che mi è uscita particolarmente bene. Mi è balenata quindi l’idea di sviluppare un progetto simile con alcune delle mie preferite tracce dei PT per vedere come farle funzionare in quella chiave. Ne ho dedotto che gli arrangiamenti non devono necessariamente adattarsi al classico clichè della big band, ma sempre seguire un tipo di angolazione moderna e contemporanea.
Non avrei potuto essere più felice del risultato.
La collaborazione con l’immenso talento di Laurence Cootle come musicista e arrangiatore ha fatto la differenza.”

Le otto composizioni comprese nell’album sono state registrate in un periodo di cinque anni, in cui Harrison ha lavorato con un gruppo di mirabili musicisti contemporanei, tra cui il sassofonista Nigel Hitchcock e appunto il bassistaLaurence Cottle.

E’ una creazione che non mancherà di generare un grosso dibattito; l’uso che ha fattoGavin Harrison della Big Band non è votato a generare un surrogato di album puramente swing, è più vicino ad una esecuzione e agli arrangiamenti degli innovativi dei lavori di Frank Zappa & The Mothers of Invention.

Pur non volendo rispettare etichette e classificazioni: Harrison afferma:
“E’ molto importante per me estendere i liniti della musica rispettando da dove provengono; negli arrangiamenti di queste composizioni siamo andati un po’ oltre con ritmi e armonie, estendendo i confini delle stesse.”
E se volete approfondire c’è un’intervista anche su youtube con Harrison e Cottle:
http://www.youtube.com/watch?v=uvaBZfsVcY0

 

Questa la Tracklisting di CHEATING THE POLYGRAPH:
– What Happens Now (da “Nil Recurring EP”) 
– Sound Of Muzak/So Called Friend (da “In Absentia” – “Deadwing” Ltd edition )
– The Start Of Something Beautiful (da “Deadwing”)
– Heart Attack In A Layby/The Creator Had A Mastertape/Surfer (da “In Absentia” e “On the Sunday of Life”) 
– The Pills I’m Taking (da “Anesthetize”)
– Hatesong/Halo (da “Lightbulb Sun” e “Deadwing”)
– Cheating The Polygraph/Mother & Child Divided (da “Nil Recurring EP” e “Deadwing”)
– Futile (da “Futile” EP)

Share.

About Author

Comments are closed.