Crimea X plays Carpenter “Incubo Sintetico”

0
PREORDER:

Crimea X è il progetto elettronico di due musicisti reggiani quali Jukka Reverberi (Giardini di Mirò) e DJ Rocca (Ajello, Maffia Soundsystem).
In Crimea X si fondono la comune passione per l’immaginario cosmic ed il suono kraut-rock assieme all’affetto smisurato per il pensiero marxista e le vicende politiche del ‘900. Nasce così il “balearic sound” dei Crimea X che ha catturato l’attenzione di DJ ed artisti come Andrew Weatherall, Daniele Baldelli, Prins Thomas, Idjut Boys, Rune Lindbaek, Bjorn Torske.

Da qualche tempo i nostri portano avanti uno spettacolo in cui il duo reggiano reinterpreta le musiche di alcuni capolavori di John Carpenter: grandi classici come “Distretto 13, Le brigate della morte“; “1997 fuga da New York“; “Christine, la macchina infernale“; e “The Fog” le cui colonne sonore sono state composte dallo stesso Carpenter per accompagnare le sue visioni fantascientifico-orrorifiche…un vero e proprio oggetto di culto per i cinefili: inconfondibili, inquietanti, ipnotiche.

Crimea X play Carpenter  – Incubo Sintetico“, porta su vinile alcuni di questi pezzi, in una confezione lussuosissima che sarà disponibile per To Lose La Track su licenza Hell Yeah!, a partire da febbraio 2015, con distribuzione Audioglobe per l’Italia e sarà distribuito anche nel resto del mondo.

L’autore della splendida copertina è Marcello Crescenzi. Marcello è uno di quei fenomeni tutti italiani che dall’estero ci invidiano. Dal 2006 ha messo su questo progetto chiamato “Rise Above” (www.riseabove.it, come l’etichetta discografica di Lee Dorian dei Cathedral) attraverso il quale tratta principalmente la cultura popolare, la storia, la filosofia e, più in generale, i territori del simbolico, della leggenda, del fantastico.

Share.

About Author

Comments are closed.