Un giorno di ordinaria follia: The Fonz

0
Rock’n’roll e citazionismi. Chitarre e mazze da baseball. Follie quotidiane e leggende metropolitane. E’ arrivata la working class del rock. E’ totalmente fuori di testa. E ci vuole liberare dalle vessazioni del nostro capo ufficio.

Rocknado” è il titolo del nuovo disco di Un Giorno di Ordinaria Follia in uscita il prossimo 20 gennaio rigorosamente autoprodotto. “Rocknado” cioè un tornado rock. Da parte di una band che cita nell’abbigliamento e nei modi di fare proprio quel film di Joel Schumacher del 1993. GLI UGdOF fanno rock citazionista. Camicia bianca con bic nel taschino, cravatta Regimental, pantalone nero e All-Star ai piedi. Mazze da baseball, tirapugni e chitarre. Sul palco i cinque cugini Fumara si presentano così; su disco trasformano il loro frullato elettrico di rock’n’roll, rabbia, ribellione, follia e riferimenti matti come loro.

Nato grazie ad un crowdfunding portato avanti con successo nei mesi scorsi, il secondo lavoro dei UGdOF capitanati da Il Reverendo viene anticipato dal singolo con relativo video “The Fonz” (http://youtu.be/zyXbB7TDAww), che è una sorta di manifesto messo su celluloide dell’immaginario della band. Volutamente trash, volutamente schietto, il video alterna un’improbabile storia di finzione e uno spaccato di quotidianità UGdOFiana. Sala prove, musica a tutto volume, birre, e ogni tanto una pausa dalla deflagrazione sonica prodotta, quando i cugini Fumara si svaccano nella loro area chillout e si gustano una storia tipicamente anni ’70 dove le situazioni impossibili abbondano, ma anche i finti eroi, la brillantina Linetti e I giubbetti in pelle.

Del resto gli UGdOF sono così: perfetti rappresentanti della working class del rock, o se volete impiegati del punk, o ancora manovali dello stoner. Ma soprattuttodevoti della musica e della birra per non finire in una cella 2×2 e rimanerci a vita. “Rocknado” (il titolo è una citazione dal b-movie catastrofista “Sharknado”, la copertina un omaggio a Frank Miller) è un disco brevilineo e travolgente (sette pezzi per soli ventidue minuti) e si rivela più maturo del precedente a livello compositivo, anche grazie all’inserimento di un secondo chitarrista. “Non mollate gente, noi siamo come voi, noi siamo con voi” ci dicono gli UGdOF. In doppio petto ma svitati. Professionisti del business ma con un lato oscuro da buttare fuori. Pronti a lasciarsi andare e a liberarsi dalle tossine del quotidiano nella corsa senza fiato di un disco che potrà aiutare liberarvi dalle vessazioni del vostro capo ufficio.

Link
http://www.ungiornodiordinariafollia.com
http://www.facebook.com/ugdof
http://www.soundcloud.com/ungiornodiordinariafollia

Biografia
Gli Un Giorno di Ordinaria Follia nascono nel 2011 dall’esperienza pluridecennale dei cinque musicisti che compongono il progetto. Nello stesso anno viene presentato il primo e omonimo lavoro in studio realizzato in co-produzione con il “kaiser” Franz Fabiano, lavoro che porta ad un intensificarsi dell’attività live. Il 2014 è l’anno del video di “Baracus” e delle registrazioni del nuovo disco la cui uscita è prevista per i prossimi mesi attraverso un tour promozionale.
Un Giorno di Ordinaria Follia mescola il più verace rock’n’roll suonato a volumi importanti ad uno spirito decisamente punk che  livello di immaginario si ispira all’omonimo film di Joel Schumacher ma anche a tante altre influenze come Quentin Tarantino, l’A-Team, la tassa sui rifiuti, Ritchie Valens, la pornografia didattica, The Clutch, Bon Jovi, La Corrida, la birra Germania, i punti persi della patente, Mario Monicelli, i Fun Lovin’ Criminals, Billy Idol, il vostrocapo-ufficio, i Red Fang e i redneck, Bruce Lee, le Stunt Cars, lo sfascia carrozze, Salma Hayek, le ferie non pagate, il pitone albino, i Beach Boys, i Creedence, l’I.M.U., Louis Vuitton, Foo Fighters un cucchiaino da te, gli Autobahn, la cometa di Halley, il mojito e Tenacious D.
Share.

About Author

Comments are closed.