BARTOLINI – Sanguisuga è il nuovo video della giovane promessa del nuovo cantautorato italiano, per la regia di YouNuts!

0
Uno dei talenti più interessanti in circolazione“.
Rolling Stone Italia
“Un disco che va contro le aspettative di trovarsi di fronte all’ennesimo surrogato del surrogato, piuttosto conferma che l’itpop è ancora un genere capace di coinvolgere e di prendersi la sua fetta di torta, se fatto in un certo modo”.
Rockit

Esce oggi il video di Sanguisuga”, il nuovo singolo di BARTOLINI tratto dal debut album PENISOLA (uscito lo scorso 3 aprile con distribuzione Carosello Records), un mix perfetto di britpop, new wave d’oltreoceano e cantautorato pop all’italiana. Una fotografia dei sentimenti e delle speranze, dei disincanti e delle delusioni della generazione dei millennials, che Giuseppe Bartolini (in arte semplicemente Bartolini) descrive e racconta con schiettezza e realismo.

“Ho sempre voluto raccontare in qualche modo la mia vita, conciliare il mio essere schivo e riservato con la voglia di rappresentare, attraverso l’arte, le mie esperienze e quelle della mia generazione. Questo video racconta in pochi minuti quello che sono oggi”.

Bartolini ha già catturato l’attenzione della nuova scena cantautorale italiana e non solo: non c’è da stupirsi se il duo YouNuts!Antonio Usbergo e Niccolò Celaia, già registi per Jovanotti, Salmo, Coez, Elisa, Thegiornalisti e tanti altri, si sia innamorato del progetto e si sia offerto per la realizzazione del video della traccia “Sanguisuga”.
Non è la prima volta che il mondo del cinema e dello spettacolo gravita attorno a BARTOLINI. Per la sua innata romantica capacità di disegnare nei dettagli la quotidianità di un’intera generazione, infatti, le due canzoni “Penelope” e “Manchester” (contenute nell’EP BRT Vol.1) sono state scelte da Giorgio Poi che ha curato la colonna sonora di Summertime, la serie di successo targata Netflix.

Penisola ci ha raccontato, e continua a farlo, il viaggio introspettivo di Giuseppe che lo ha condotto in luoghi nuovi, quelli della maturità, degli affetti e del bisogno della vicinanza dell’altro.
Protagonista di questo nuovo capitolo è il mezzo di trasporto per eccellenza, la macchina, che accompagna BARTOLINI attraverso tre fasi cruciali della sua adolescenza vissuta nella provincia calabrese in cui la quotidianità era scandita dalla noia e la macchina era un luogo di esperienza fondamentale.

Il video di “Sanguisuga” ci racconta quattro momenti ben distinti: nella prima scena si tratta il tema dei rapporti amorosi adolescenziali, che nascono e finiscono tra discussioni, gelosie e inesperienze. In mezzo un vortice di emozioni spesso incomprensibili, ma necessarie per poter crescere e per capire sé stessi e gli altri.

La seconda scena ci riporta ai momenti passati con i nostri amici, simbolo dello svago e della leggerezza dei rapporti con chi condivide con noi la vita di tutti i giorni. In questa scena la macchina, simbolo di indipendenza e libertà, ci fa rivivere i fine settimana con gli amici, le serate passate al freddo fumando sigarette e sognando a occhi aperti del futuro che verrà.

La terza scena affronta il tema più delicato del video, il rapporto tra Giuseppe e suo padre, scomparso prematuramente più di un anno fa. Giuseppe ha voluto rendere omaggio al loro rapporto attraverso immagini che ci parlano di una relazione a volte complicata e conflittuale e che, per la maggior parte del tempo, si è svolta proprio in macchina. La narrazione è delicata, toccante, ci parla di conflitti generazionali, di parole non dette, spesso rimaste sospese e di un ultimo abbraccio risolutivo con cui Giuseppe ringrazia il padre per tutto ciò che è stato e che, soprattutto, continua a essere per luI.

Nella quarta e conclusiva scena Giuseppe si mette alla guida della macchina per partire verso una nuova meta, questa volta da solo. Non c’è amarezza o malinconia: il sorriso accennato di BARTOLINI ci suggerisce che tutto, ora, è più chiaro e sereno.

Il ruolo difficile e intenso del papà è interpretato dal bravissimo Pietro de Silva, che vanta una ricchissima filmografia tra cui il celebre La Vita è Bella di Roberto Benigni.
L’attrice che compare nella prima scena invece è la talentuosa Giulia Schiavo, già nel cast di tutte e tre le serie di Skam Italia e nel film di prossima uscita Sotto il Sole di Riccione.

CREDITI COMPLETI VIDEO SANGUISUGA
Prodotto da Antonio Giampaolo per Maestro Production

Regia: Antonio Usbergo & Niccolò Celaia (YouNuts!)
Organizzatore Generale: Livia Gabriotti
Color: Alessandro Rocchi
Aiuto Regia: Anna Coccoli
Focus Puller: Lorenzo De Marco
Aiuto Operatore: Filippo Salvestri
Capo Macchinista: Claudio Romani
Capo Elettricista: Amedeo Giunianelli
Best Man: Simone Mastronardi
Coordinatore di produzione: Giammario D’Eramo
Ispettrice di produzione: Michela Tarzaghi
Costumista: Noemi Intino
Make up: Claudia De Simone
Autista Service: Gianmarco Lamarotta
Foto Backstage: Claudia De Nicolò
Graphic Design: Davide Rossi Doria
Sound Design: Andrea Messina

Con la partecipazione di: Pietro De Silva e Giulia Schiavo
Cast: Luca Quartarone e Davide Rossi Doria
Mezzi di scena: Gianni Contini, Gianni Decuzzi, Luca Zatari e Alessandro Jengo
Special Thanks to: Ilaria Gentili per Gen-Art e Alberto Paone

Il video è stato realizzato rispettando tutte le misure di sicurezza a tutela del contenimento del virus COVID-19.

BIO
Bartolini, classe 1995, è nato in riva al mare, ma presto è stato adottato dalla città.
Inizia da giovanissimo a scrivere musica nella sua stanza e nel 2019 pubblica il suo primo EP: BRT Vol.1, una raccolta di cinque canzoni che riassumono i suoi ultimi quattro anni di vita e di scrittura, partendo dalla Calabria per cercarsi a Roma e trovarsi finalmente a Manchester.
In un mix di sonorità tra il britpop, la new wave d’oltreoceano (Wild Nothing, Beach Fossils) e il cantaurato pop all’italiana, dopo un tour estivo impreziosito dall’apertura di due date dell’Evergreen Tour 2019 di Calcutta e dalla partecipazione al MI AMI 2019, pubblica il nuovo singolo Te in particolare.
I brani “Non dirmi mai” e “Lunapark” hanno anticipato la pubblicazione del debut album Penisola, uscito il 3 aprile con distribuzione Carosello Records.
Le canzoni “Penelope” e “Manchester”, contenute nell’Ep di debutto, vengono inserite nella colonna sonora di Summertime, la serie Netflix ispirata al cult “Tre metri sopra il cielo” di Federico Moccia.

 

facebook.com/olinibartolini/ • instagram.com/olinibart/

Share.

Comments are closed.