I ME MINE, ‘I Me Mine’ – Beat psichedelico, rock e synth digitali per uno degli esordio francesi dell’anno. In tour in Italia ad Aprile

0
Segnate l’8 Aprile in agenda, giorno d’uscita in Italia dell’esordio dei francesi I Me Mine.
Gli I Me Mine sono un trio rock n’ roll di Tolosa, sud ovest transalpino ai piedi dei pirenei, ma concettualmente al centro del mondo. 
Rock, elettronica e pop psichedelico sono alla base del sound messo su da Fred (chitarra), Sam (basso) e Guillaume (batteria).

Gli I Me Mine saranno anche in tour in Italia nel mese di Aprile per presentare il loro omonimo esordio:


. 14 aprile – Livigno (SO), Marcos Pub

. 18 aprile – Cremona, Antica Osteria Pub
. 19 aprile – Cesena, La Vigna a Porta Santi
. 20 aprile – Perugia, Mercoledì Rock
. 21 aprile – Pescara, Maze Eclectic
. 22 aprile – Isola del Liri (FR), Cantina Bukowski

Info tour:
http://imemineofficial.tumblr.com/





I ME MINE – ‘I Me Mine’
/ Differ-Ant distribution

Tracklist:
1. The Sun is Behind the Cloud / 2. Life Is Very Strange / 3. My Precious / 4. Number 4 / 5. Waiting For Summer
6. Interlude / 7. Peeping Tom / 8. Orchestra / 9. The Sun (pt. 2) / 10. I Want It



Gli I ME MINE si sono formati a Tolosa pochi anni fa con l’idea di mettere su una band capace di coniugare l’amore per il beat degli anni ’60 (da notare il monicker ispirato al celebre ultimo brano registrato dai Bealtes, appunto ‘I Me Mine’), i synth elettronici dei Prodigy e la carica delle indie band anglosassoni sullo stile di Kasabian, Maximo Park e the Fratellis. Alternando elettronica e armonie vocali gli I Me Mine hanno registrato un album impressionante per attitudine e suono, segnato da giri di basso potenti, ritmiche serrate e assalti digitali.

In Francia il verbo degli I Me Mine è già sulla bocca tutti, tanto da aver spinto il trio a cercare conferme all’estero con un tour cinese e la pubblicazione in tutta Europa del loro album d’esordio.
L’esordio degli I Me Mine è un album molto originale capace d risvegliare paragoni con il rock degli Hives, la psichedelia dei Kula Shaker, le cavalcate dei Queens of the Stone Age e il sound elettronico britannico degli anni ’90.

Share.

About Author

Comments are closed.