“Amen” dei Phoenix Can Die in tutti gli store digitali

0

Streaming Soundcloud

Guarda video “Control/Buio”

Spotify

Deezer

iTunes

Amazon

E’ uscito ieri su tutti gli store digitali “Amen“, l’album d’esordio dei Phoenix Can Die, duo electro-rock nato dalle ceneri della band bolognese Rock Destroy Legends. Mirco Campioni e Riccardo Franceschini (meglio conosciuti sul web come Mirco IsDead e Richard Blackstar grazie al loro lavoro da tattoo artists), dopo aver suonato per anni in una band dall’impronta alternative rock, si sono voluti liberare dai limiti del genere affacciandosi in un nuovo contesto, quello dei club. Quella dei Phoenix Can Die è una musica che vuole coinvolgere al di là  del significato canzone, l’elettronica fa da regina nichilista e col potere del suo ritmo elimina il distacco che viene a crearsi tra band e pubblico. “Amen è uno stato d’animo, il senso di oppressione che proviamo quando abbiamo poco spazio e sentiamo di non riuscire a starci dentro” . Nove pezzi in cui la patina dell’universo digitale viene sporcata dal sudore delle performance live, dove batteria e chitarra si uniscono a synth e drum machine per trascinare l’ascoltatore direttamente dentro alla musica.

BIO

Bologna, 2012. Dalle ceneri dei Rock Destroy Legends nascono i Phoenix Can Die, rilasciando subito un ep omonimo cantato in italiano. Dopo vari live in cui la formazione della band non risultava ancora chiara, Mirco Campioni e Riccardo Franceschini decidono di proseguire il progetto come duo. Il singolo “Fat Bones” è stato utilizzato in un episodio della seconda stagione di Freaks!, serie italiana di fantascienza/paranormale nata sul web e trasmessa nel 2012 anche su Deejay TV (tra gli interpreti e produttori Giampaolo Speziale degli About Wayne e Guglielmo Scilla, Willwosh per i YouTubers). Durante la scrittura e la produzione dei nuovi pezzi, i Phoenix Can Die hanno avuto occasione di suonare live in più club italiani, tra cui Cocoricò (sala Morphine), Link Associated e Zona Roveri. A fine 2014 entrano a far parte del progetto elettronico Blacksoviet Music Department, esibendosi più volte live al Cassero LGBT di Bologna.

 

Share.

About Author

Comments are closed.