Hedy Lamarr, ‘Amplitudeness’ – Pop elettronico dal 12 Febbraio per Scene Music Records

0
‘Amplitudeness’ nei negozi e digital store dal 12 Febbraio 2016

‘Amplitudeness’ è il primo album degli HEDY LAMARR, duo per metà napoletano e metà romano, in uscita per Scene Music Records.
Il progetto nasce dall’incontro tra il polistrumentista Umberto Duca e la voce di Solange Mattioli. 
 

Gli Hedy Lamarr si esibiranno a Roma il 12 Marzo al Sinister Noise Rock Club e il 30 Aprile al Brancaleone..
In entrambe le occasioni saranno affiancati da PRUS Dall’Oltrefiaba, in uscita a Marzo per Scene Music Records.



Guarda il video di ‘I’m Over’, primo singolo estratto da ‘Amplitudeness’ degli Hedy Lamarr –
http://www.youtube.com/watch?v=eDn6rkJb9xY

Ascolta ‘For Fun’, brano estratto da ‘Amplitudeness’ degli Hedy Lamarr –
http://soundcloud.com/hedylamarrtheband/for-fun



HEDY LAMARR – ‘Amplitudeness’ / Scene Music
Tracklist:
1. For Fun / 2. I’m Over / 3. You Want / 4. Formes Rudes
5. Shoot / 6. Slow / 7. Larves / 8. It is What it is

Info Goodfellas:
www.Goodfellas.it
www.facebook.com/goodfellas
www.twitter.com/Goodfellas_it
www.instagram.com/goodfellas_it



‘Amplitudeness’ è un neologismo coniato a partire da “amplitude”, termine che in fisica acustica indica la massima ampiezza di un’onda sonora lungo il suo asse verticale, mentre nel suo significato figurativo rimanda a parole quali “magnificenza”, “pienezza” e “abbondanza”.
Il nome Hedy Lamarr è invece preso in prestito dall’attrice-scienziata austriaca che negli anni ’30, a causa della sua opposizione al regime nazista, fu costretta ad emigrare negli Stati Uniti. Attrice conosciuta per due importanti eventi molto distanti e differenti tra loro: aver girato la prima scena di nudo integrale nella storia del cinema e aver inventato uno dei sistemi che sono tuttora alla base delle moderne tecnologie di comunicazione a distanza.

Questa figura affascina immediatamente il duo grazie alla sua capacità di racchiudere nella sua essenza la sintesi di arte e scienza, di sentimento e razionalità, passione e impegno o, come direbbe qualcuno, dell’analogico e del digitale. Per la sua capacità di rappresentare una possibile unione di poli opposti che per quanto mantenuti lontani e separati da una distanza che sembra incolmabile, possono invece toccarsi e comunicare tra di essi. Questa distanza è appunto l’ampiezza, lo scarto, l’Amplitudeness.

In tal senso gli otto brani d’esordio di Amplitudeness vogliono rappresentare e descrivere con parole e suoni la tensione vissuta nel tentativo di conciliare cose apparentemente inconciliabili tra loro ma, soprattutto, vogliono affrontare il passaggio e la trasformazione da un sentimento di sfiducia e pessimismo a uno di apertura e rinascita.
Mescolando poesia, sentimento ed elettronica, ‘Amplitudeness’ è un lavoro in cui pop-rock e synth music si amalgamano con passione, dove gli strumenti si mescolano dolcemente alle partiture elettroniche e l’interpretazione vocale di Solange è intima ed essenziale, le incursioni nel rock avant-garde fanno da contrappunto agli echi di un raffinato pop elettronico. Le sonorità e l’estetica minimale della stagione trip-hop britannica di Portishead e Archive sono rievocate con maturità e delicatezza e allo stesso tempo superate per dar vita ad una precisa ed originale impronta sonora.

Gli Hedy Lamarr hanno iniziato la loro avventura auto-producendo il primo lavoro ‘Tales from a Cold Winter’ nel 2011 – una raccolta di 8 brani pop-rock. Nel 2014 hanno partecipato al concorso di sonorizzazione e colonne sonore di corti animati “Movimenti Sonori – Switch on future”, ricevendo la menzione d’onore della Critica. Nel 2015 è iniziata la collaborazione con la Scene Music Records per l’album “Amplitudeness”, registrato e composto personalmente da Umberto e Solange.

Info Hedy Lamarr:


 

Share.

About Author

Comments are closed.