I Temples a Ypsigrock

0
La loro musica è misteriosa e allo stesso tempo intensa, caleidoscopica e potente.
I Temples hanno debuttato lo scorso anno con Sun structures,
aggiudicandosi il favore di NME, MOJO, Drowned in Sound e The Guardian.
Con i singoli Shelter Song, Keep In The Dark, Colours To Life e Mesmerise
il loro lavoro è stato classificato come è uno dei più interessanti di tutto il 2014.
Noel Gallagher (Oasis) e Johnny Marr (The Smiths) li hanno definiti
la migliore band del Regno Unito degli ultimi tempi“.
I Temples sono bravi: hanno un innato senso della melodia
e sanno tirar fuori riff di chitarra a ripetizione.
Dopo le straordinarie performance della scorsa estate,
i Temples ritornano in Italia ad Agosto:

AGOSTO 2015
CASTELBUONO – YPSIGROCK FESTIVAL

Piazza Castello , 90013 Palermo
Abbonamento su www.ypsigrock.com

I Temples si formano nel 2012 a Kettering, nel Northamptonshire, e sono James Edward Bagshaw (voce e chitarra solista), Thomas Edison Warmsley (basso), Sam Toms (batteria e percussioni) e Adam Smith (chitarra ritmica e tastiere, in particolare mellotron).
Grazie al bellissimo singolo Shelter Song, registrato nel loro Pyramid Studios, la Heavenly Recordings, label sempre attentissima ai giovani, si accorge di loro e li scrittura.
In poco tempo arriva il successo: la band partecipa ai maggiori festival europei come supporting act di titani della musica brit come Suede, Kasabian e Vaccines, si aggiudica il favore di NME (“una delle luci più brillanti della scena psych corrente”), MOJO (“Rising”), Drowned in Sound, The Guardian e riceve gli elogi di artisti del calibro di Johnny Marr, Noel Gallagher e Robert Wyatt.
Sun Structures è un album che ha alle spalle uno studio ossessivo della musica psichedelica degli anni sessanta: Tintern Abbey, Small Faces, Kinks, per non parlare dei primi Pink Floyd e, ovviamente, dei Beatles.
La loro musica folgora al primo ascolto: basta un solo ascolto per fischiettare le melodie di ogni canzone dell’album.
James Bagshaw riesce a condensare in queste dodici canzoni tutta la psichedelica britannica dei 60’s, le esperienze della Motown, il power-pop più melodico, il glam-rock e l’hard-rock, il tutto visto attraverso un caleidoscopio molto moderno.
La chiave, dice James, è l’innovazione. Non vogliamo mai rifare la stessa cosa, utilizzare la stessa formula che abbiamo utilizzato in un brano precedente. Cerchiamo sempre di migliorare noi stessi“.

Share.

About Author

Comments are closed.