[social] [social_icon link="/?feed=rss2" title="RSS" type="rss" /] [social_icon link="http://facebook.com/lostingroovemag" title="Facebook" type="facebook" /] [social_icon link="http://twitter.com/lostingroove" title="Twitter" type="twitter" /] [social_icon link="http://plus.google.com/113020370236331355022" title="Google+" type="google-plus" /] [/social]

Die Option – nuovo album dei The Maniacs

0

l power trio milanese The Maniacs (Riccardo Danieli – voce e chitarra, Davide D’Addato – batteria e Cisco Molaro – basso), torna sulla scena indipendente con un nuovo lavoro “Die Option”.

Dopo i due LP (“The Maniacs” – 2009 e “Cattive Madri” – 2012) prodotti da Olly Riva (Shandon, The Fire, Rezophonic) e due EP autoprodotti (“Maniac Mansion” – 2008 e “Material” – 2010) il power trio milanese si è affidato per la produzione artistica del disco a Massimo Guasconi, compositore ed ex insegnante della Civica di Milano.

I brani, registrati nello studio Jam Session in Bovisa, quartiere alle porte di Milano, sono stati composti interamente dai tre, che con il loro background fatto di distorsori e irruenza hanno voluto esplorare nuove sonorità collaborando con un produttore jazz.
Sulla scena milanese dal 2001 in diverse formazioni e successivamente alla pubblicazione del loro fortunato omonimo primo LP nel 2009, sulla scena nazionale, i maniaci hanno sentito la necessità di staccare la presa per un po’ e di riguardarsi indietro per capire quale fosse l’opzione migliore per il futuro del gruppo. In questo momento di riflessione, i componenti della band si sono dedicati ad altri progetti musicali e si è rafforzato il collettivo Against’ em all records, nato per supportare il progetto “The Maniacs”, che ha pubblicato i lavori di Larry Manteca (afrobeat/funky/jazzrock) e The Spezials (garagerock/postpunk).
Durante questo periodo di pausa dai palchi non si è fermata la composizione dei brani, che ha portato alla registrazione di oltre 100 minuti di session notturne e sperimentazioni con altri musicisti. Da qui la necessità di entrare in studio, con in testa due idee chiare: non limitarsi ai classici colori del power trio e tornare al cantato in inglese, consentendo ai tre di calarsi al meglio nella ricerca del sound giusto, da dare alle dodici tracce che compongono il nuovo lavoro “Die Option”.

Tracklist 1) Shelter – 2) Summer – 3) Ahoy!  – 4) Nothing at All  – 5) Black Parrot – 6) The Liars – 7) Holland Park – 8) A Girl Called Sunshine – 9) Phoenix – 10) Wonderland – 11) Dear Lennon (War It’s Never Over) – 12) Free as a Slave

The Maniacs: Riccardo Danieli (voce, chitarra, synth, percussioni) – Davide D’Addato (batteria, cori) – Cisco Molaro (basso, cori)

Share.

About Author

Comments are closed.