Live Report: Talk to Her live a Padova, Arcella Bella, 26 agosto 2020

0

È un mercoledì sera di agosto e finalmente stavolta il meteo è dalla nostra parte: ci avevamo già provato una volta, un mese fa, ma purtroppo la pioggia aveva fatto posticipare il concerto. Ed eccomi qui, a un mese di distanza, ancora più curiosa di ascoltare i Talk To Her che tanto mi avevano già appassionato dall’ascolto del loro disco Love Will Come Again e del loro EP: Home.

Devo essere completamente sincera: è stato un colpo di fulmine. Mi era capitato per caso, nel bel mezzo dei miei ascolti su Spotify, il loro singolo Ibisco e già da lì avevo deciso di approfondire la musica di questo gruppo, immediatamente.

Vederli dal vivo, a maggior ragione in questo periodo in cui non bisogna dare nulla per scontato, per me è un enorme privilegio. L’area concerto è organizzata in modo tale che i posti siano tutti distanziati, sia con degli sgabelli, sia con delle sedute fatte di paglia e con dei cuscini. Io che sono arrivata presto mi aggiudico una di queste nella prima fila, perché in fondo l’anima da “transenna” non è mai svanita dentro di me, e per loro voglio stare davanti.

Il concerto, dopo l’intro strumentale di View (Reprise) inizia proprio con il brano che mi ha fatto scoprire il gruppo: Ibisco e fin da subito mi rendo conto di ciò che mi aspetta: il carisma e l’energia della band sono ancora più evidenti dal vivo.

La componente dark/new wave è quella più immediatamente riconoscibile, ma dal vivo emerge di più l’anima post punk. Io che sono una grande appassionata degli Editors non posso non notare alcune analogie fra i Talk To Her e i primi Editors di The Back Room. Inoltre vedo nel cantante una leggera somiglianza nelle movenze contorte che sul palco ha Tom Smith. Si possono percepire nella band di Padova diversi riferimenti agli Editors, agli Interpol, e forse ancora di più ai Cure; ma è anche vero che, da questo punto di partenza, c’è la volontà di esprimere qualcosa di nuovo e di sperimentale.

Segue un altro dei miei brani preferiti: Truth. Questa è una di quelle canzoni che ti scava dentro e che ti trasporta altrove, e lo fa ancora di più dal vivo. Nei punti in cui la parte strumentale si fa più predominante, spiccano sicuramente il tiro della batteria, le melodie della chitarra elettrica e i giri di basso. In alcuni brani, come Innocence, spicca invece la voce profonda del cantante.

Nel complesso, i Talk To Her, seppur facciano musica un po’ di nicchia, sanno coinvolgere e trascinare il pubblico presente, e dal vivo a mio parere ben si amalgano le due componenti che li contraddistinguono: l’introspezione e l’energia. È interessante anche l’insieme di brani che compone l’EP Home, nello specifico io sono ben felice di ascoltare Forest (che è un’esplosione di suoni) e Nightfall. Quest’ultima, insieme a Set Me Free, costituisce il momento più magico del concerto, in cui tutto sembra perfetto, nonostante la distanza sociale, nonostante le mascherine. Immediatamente tutti i pensieri negativi che si possono avere, vengono scacciati dalla mente: la musica dei Talk To Her sa fare anche questo, sa farti dimenticare tutto, e ti porta altrove.

Non può mancare di certo Zodiac, dal ritmo coinvolgente e per la quale il pubblico davvero si accende: sarebbe interessante vedere come le persone si sarebbero comportate in un contesto “normale”.

Il pubblico acclama a gran voce il gruppo che ritorna sul palco per riproporre Ibisco, e il finale è grandioso. A fine concerto in tanti aspettano il gruppo per complimenti e sento in tanti affermare che finalmente hanno vissuto un bel concerto, che questo live “ci voleva proprio”. E in effetti anche per me è così, se potessi, tornerei a vedere i Talk To Her già domani – ma non è possibile, quindi ritorno ad ascoltarli in cuffia, proprio come la prima volta.

SCALETTA

VIEW(REPRISE)

IBISCO

TRUTH

NO OTHER VIEW

THE CALLER

SET ME FREE

NIGHTFALL

BURNING

FOREST

HOLLOW

ZODIAC

AWAY/AFRAID

INNOCENCE

BIS

IBISCO

I Talk To Her sono su:

Facebook

Instagram

Sito Ufficiale

Share.

About Author

Comments are closed.