Recensioni: Diamonds & Liquid Gold, il primo EP di Jaguar Jonze

0

Ultimamente sto concentrando la mia attenzione sulle voci femminili, non solo su quelle soavi, angeliche e delicate, ma anche sulle voci piene forza e di sfumature. Le voci forti, insomma, dirette, a tinte più scure. Quindi tra queste non avrei potuto farmi scappare questa ragazza australiana Jaguar Jonze, già memorabile per il nome, che in realtà cela il volto di Deena Lynch, dalle origini giapponesi.

Deena Lynch, giovane cantautrice australiana, dai tratti asiatici, si cela dietro Jaguar Jonze, un’artista poliedrica, che fa delle sue apparizioni delle vere e proprie performance estetiche, in cui precisione, bellezza e follia si uniscono in una sorta di rappresentazione teatrale come è il caso della sua Rabbit Hole cantata agli Eurovision Australia Decides dello scorso febbraio, in cui la cantante ha perfettamente rimesso in scena il video del suo primo singolo, colpendo in pieno il pubblico, muovendosi in modo sicuro e provocatorio su un memorabile sfondo giallo. Performance che le è valsa la nomina meritata da parte di Cool Accident di “ARTIST TO WATCH”.

Juaguar Jones, dopo questa apertura di anno, pubblica oggi 17 aprile il suo primo EP dal titolo “Diamonds & Liquid Gold” per Nettwerk/Bertus, che contiene sei tracce , di cui quattro:“You Got Left Behind’, ‘Beijing Baby’, ‘Kill Me With You Love’ e il più recente ‘Rabbit Hole’ presentato in diretta televisiva e seguito da più di due milioni di persone, cosa che le ha permesso di riscuotere molto successo sia per la particolare voce, sia per la parte strumentale che arricchisce la performance artistica della cantante. Altro elemento fondamentale per questa cantautrice sono i video che accompagnano le tracce, in grado di mettere in chiaro la vena artistica, anticonformista e provocatoria della giovane artista che fa dell’uso sapiente dei colori, sempre di impatto, la sua arma vincente. Juaguar Jonze sotto questo punto di vista appare come la versione musicale dei progetti musicali precedenti di Deena Lynch, tra i quali Dusky Jonze, in cui l’artista in veste qui di fotografa indaga le ombre, le incertezze e le pecche del corpo umanouomo e della sua immagine che in alcuni scatti viene tratata in modo ironico. Tutto questo viene riportato nei suoi video dei quali insieme a Ribal Hosn è direttrice artistica.

Jaguar Jonze, nel suo EP mette insieme sei tracce che affondano le radici nell’indie rock e come lei stessa ha dichiarato, che racchiudono fasi della sua vita, rimane quindi importante il lato autobiorgrafico dei testi e dei video vere espressioni di arte. Ascoltando l’EP i paragoni musicali che possiamo cogliere sono voci femminili come Lorde, Angel Olsen e Jain, ma anche la fusione con uno stile alternative e elettronico come gli ultimi dischi di Beck che lei stessa ha dichiarato di apprezzare.

Traccia di apertura una elettronica “Rising Sun”, potente, quasi martellante ma sicuramente attraente e sensuale, in cui i bassi la fanno da padrone, segue Rabbit Hole, più acustica e aggressiva che vanta anche uno dei video più attraenti in cui l’attenzione della cantante in quanto artista e performer è del tutto evidente. Terza traccia “Beijing Baby”, probabilmente una memoria o un omaggio alle origini orientali di Jaguar Jonze. Toni più pacati per l’ultima traccia “You Got Left Behind”, probabilmente la mia preferita, che lascia più spazio alla parte strumentale e alle chitarre pur rimanendo su una forte base di batteria, in questa traccia ancora più da apprezzare è la voce della cantante che suona più delicata e composta, ma non per questo meno forte e decisa; un pezzo che sicuramente rimane in mente e merita di rimanerci anche fosse solo per quel deciso “Tic Toc” prima del ritornello e per la parte di strumenti a corda che sancisce la fine di un EP di tutto rispetto in grado di aprire le porte a un album di successo per questa giovane artista.

Tracklist:

Rising Sun

Rabbit Hole

Beijing Baby

Kill Me with Your Love

Diamonds & Liquid Gold

You Got Left Behind

Share.

About Author

Comments are closed.