Photogallery: Ex Otago, Parma Music Park, 09.06.2019

0

È partito sabato dal palco del Nameless Music Festival, con il primo bagno di folla dell’estate, LA NOTTE CHIAMA TOUR, il nuovo viaggio live degli Ex-Otago prodotto da Magellano Concerti, che dopo aver riempito i club, li porterà nei festival più importanti d’Italia. Ad esempio per noi al Parma Music Park c’era Francesca Fiorini

Uno show di grande musica, emozioni, balli, momenti di riflessione e tante sorprese: un’OTAGATA[1][1]ALL’ENNESIMA POTENZA. La prima sorpresa arriva giusto in occasione del debutto del tour: proprio dal palco del Nameless infatti la band ha annunciato LA NOTTE CHIAMA feat. IZIil nuovo singolo con il contributo del rapper genovese, da oggi in presave su Spotify e da venerdì 14 in radio e su tutte le piattaforme digitali.

LA NOTTE CHIAMA TOUR farà tappa nelle città dove gli Ex-Otago hanno già ricevuto l’affetto e il calore del pubblico e in molte altre nuove location in cui sono attesissimi. Tra queste anche il Tuborg Open Fest a Milano (27 giugno) e il Rock in Roma (19 luglio).

Far parte delle line up dei festival più importanti d’Italia ci rende davvero molto felici perché in questi contesti si ha modo di incontrare un pubblico eterogeneo, di farsi conoscere da nuove persone, e perché no, di respirare l’aria di festa, di vacanza”.

Lo show si apre con Mare, uno dei grandi classici della band, e con i synthwave elettronici di Bambini che hanno dato il benvenuto al pubblico, che dal primo attacco canta tutto assieme a Maurizio. Un’atmosfera indimenticabile, da notte di mezz’estate con Gli occhi della Luna e Tu non mi parli più suonata per la prima volta dal vivo. Una scaletta che predilige l’anima più discotecara della bandRispetto al tour nei club, infatti, il blocco dance è stato volutamente ampliato per far ballare tutti sotto le stelle sulle note di La notte chiama, il grande ritorno di Giorni Vacanzieri, direttamente dal 2010, e del mantra Tutto bene. Ma non balla solo il pubblico, perché a sorpresa i cinque Otaghi impiegano tutto il loro coraggio e sfoggiano una performance dance anni ’90, tutta da imparare e da replicare alle proprie feste estive.

Ma torna anche il lato più romantico della band che regala al pubblico un caldo momento acustico: Costa RicaStai tranquillo e Amore che vieni, cover di Fabrizio De Andrè. Le ballate Questa notteLa nostra pelle e Quando sono con te conducono al gran finale, perché la notte Otaga non può fare a meno di Solo una canzone. E arriva il momento dei grandi bis con Ci vuole molto coraggio e Cinghiali Incazzati, l’inno alla ribellione di un’intera generazione, ultima chiamata per sfogarsi e saltare assieme.

Share.

Comments are closed.