Le “good vibrations” del Primavera Pro 2019

0

Le good vibrations del

Primavera Pro 2019

Dov’è la mia gente?”, si chiede J Balvin. “Qui, ovunque”, potremmo rispondergli. Il clamore suscitato dall’artista colombiano, primo artista reggaeton ad essere tra i protagonisti del cartellone del Primavera Sound, è solo uno dei tanti segnali dell’ascesa stratosferica che la musica latinoamericana, con il suo incrocio di sonorità urbane, sta vivendo al momento, attirando un pubblico sempre più trasversale.

Il Primavera Pro 2019 approfondirà il fenomeno del sound latino, che non sembra avere limiti ed è qui per rimanere, con una tavola rotonda moderata dal giornalista argentino Yumber Vera Rojas, con la partecipazione di esperti di diverse aree e nazionalità: Alba Blasi, curatrice di Club Marabú, un evento che ha dato un grande contributo nello sviluppo di questi suoni nella vita notturna di Barcellona; Lalo Rojas, del management messicano Caballeros; Philippe Siegenthaler, dell’agenzia booking Páramo, da Bogotá e Judy Cantor-Navas, corrispondente di Billboard a Barcellona e divulgatrice di musica cubana.

Oltre al panorama latinoamericano, il Primavera Pro sposterà le sue coordinate per viaggiare verso l’Oriente. Più specificamente, verso il Giappone, paese finora difficile da penetrare musicalmente, ma le cui band stanno ottenendo un riscontro sempre più globale. A cosa si deve questo cambiamento? C’è una maggiore richiesta di musica giapponese da parte del pubblico occidentale o sono gli artisti nipponici ad avere una maggiore necessità di proporsi all’estero? Cercheremo di dare una risposta a queste domande insieme a Jack Notman, dirigente dell’agenzia di management britannico-giapponese Ran Touring, e KOM_I, cantante della band Wednesday Campanella, una delle formazioni che compongono la nutrita rappresentazione del paese del Sol Levante al Primavera Sound 2019. L’incontro sarà moderato da Andy Votel, DJ e fondatore dell’etichetta Finders Keepers, che ha pubblicato esotiche gemme discografiche dal Giappone e da altre latitudini.

Col suo costante interesse nei confronti di progetti insoliti ed emozionanti, attivi oltre i confini dell’industria musicale, il Primavera Pro si concentrerà su 37d03d, uno spazio (fisico e virtuale) nato come punto di incontro e collaborazione,dove gli artisti possono abbandonarsi alla loro creatività senza pressioni ed ostacoli.Il chitarrista dei The National Aaron Dessnerpresenterà questo luogo ameno digitale, inaugurato insieme al fratello Bryce Dessner e a Justin Vernon (Bon Iver) e che è al momento curato da Mary Hickson, che sarà anche lei tra i partecipanti di un incontro moderato dalla giornalista Laura Snapes.

Inoltre, On-Screen, la sezione del Primavera Pro dedicata al dialogo tra musica e discipline audiovisive, darà il benvenuto a Daniel Pemberton, autore della colonna sonora del rivoluzionario Spiderman: Into the Spider-Verse, film vincitore dell’Oscar per il miglior film d’animazione.Il compositore parteciperà a un incontro dedicato alla colonna sonora dell’avventura a cartoni dell’Uomo Ragno, che parte dall’hip hop e dalle sonorità urban per tessere un’intricata narrativa sonora per tornare, inoltre, sulle sue collaborazioni con cineasti come Guy Ritchie e Danny Boyle, che lo hanno reso uno dei nomi più richiesti della musica da film odierna. La programmazione di

On-Screen ospiterà anche una session sulla supervisione e sincronizzazione musicale guidata da Lucía Pérezdi Atresmedia e Omar Tenanidi Movistar+, che spiegheranno le possibilità offerte agli artisti dalla sinergia tra musica e audiovisivi, concentrandosi su casi di successo come quelli di Delaporte, autori della fortunata colonna sonora di Fama A Bailar e quello di Cecilia Krull, la cui voce si può sentire nei titoli di coda della serie La casa de papel.

Tutte queste attività si aggiungono a quelle già annunciate per il decimo anniversario del Primavera Pro, in cui si darà spazio anche a temi come l’audio brandinge l’analisi del ruolo del femminismo nella cultura proposto dalla nuova sezione Insumisas, alla quale si aggiunge la scrittrice e attivista Brigitte Vasallo, che modererà la sessione “Femminismo, politica e cultura: lotte separate?”. Ci saranno anche modifiche nella tavola rotonda sulle identità culturali nella musica: Noelia Cortés non potrà partecipare a quest’ultima, ma si aggiungerà alla discussione la sociologa e artista Iki Yos Piña Nárvaez.

I pass per il Primavera Pro 2019 sono in vendita QUI .
Per quanto riguarda i professionisti italiani che vogliono partecipare, possono contattare A Buzz Supremeusufruendo della speciale scontistica da sempre concordataci.

pro.primaverasound.com

Share.

Comments are closed.