Intervista ad Alberto Cipolla

0

E’ tra gli artisti emergenti più interessanti che abbiamo sempre seguito fin dal suo primo disco e dalla collaborazione con Marco Guazzone degli STAG. Parliamo di Alberto Cipolla, e del suo secondo disco che ha visto la luce appena una settimana fa. Di Branches, della sua genesi e su come si differenzia dal lavoro precedente parliamo proprio in questa intervista telefonica concessa poco tempo fa:

(intervista telefonica)

Classe 1988, Alberto Cipolla muove i primi passi nella musica già dall’infanzia e dopo anni di studi di pianoforte ottiene il diploma di Composizione al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, dove attualmente sta terminando gli studi in Direzione d’Orchestra, il diploma in produzione musicale presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo (CN) ed il biennio di “Contemporary Writing and Technology” presso il CPM di Milano. Negli ultimi anni ha scritto, arrangiato e prodotto musiche per programmi tv nazionali, colonne sonore per film e documentari tra cui “Il Corridore” di Stefano Scarafia e Paolo Casalis, “Sagre Balere” di Alessandro Stevanon e “The Plan” di Paolo Dematteis, diversi cortometraggi di animazioni, musiche per spot promozionali di eventi e sonorizzazioni per mostre d’arte. Lavora inoltre sia come autore/arrangiatore per terzi, spaziando dal pop al rock, fino alla musica elettronica. Il 26 maggio 2014 esce il disco d’esordio, “Soundtrack For Movies In Your Head” (edito da VideoRadio e distribuito SELF). L’album, accolto dalla critica con ottime recensioni, racchiude in 13 brani il meglio delle capacità compositive dell’artista. Nel 2015 vede la luce il singolo strumentale “Awakening in Two”, anche in una versione con testo scritto da Marco Guazzone e Stefano Costantini degli STAG. Nel luglio dello stesso anno Alberto si è esibito a Berlino in occasione del COFFI Italian Film & Art Festival.
Nel 2018 esce il secondo album, BRANCHES, per l’etichetta MeatBeat Records.

Contatti:
www.albertocipolla.com
facebook.com/albertocipollamusic/
instagram.com/albertocipolla/
twitter.com/albertocipolla

Share.

About Author

Comments are closed.