Peter Broderick in concerto alla Sala Vanni di Firenze

0

Musicus Concentus presenta:

Sabato 3 marzo

PETER BRODERICK

Tra arte, musica classica e sperimentazioni elettroniche arriva a Firenze uno dei gioielli di Erased Tapes: appuntamento in Sala Vanni per l’unica data toscana del polistrumentista e producer statunitense Peter Broderick

Sala Vanni – piazza del Carmine 14, Firenze – 21:15
Posti numerati 20 € – ridotto in prevendita 13 € +d.p.
Prevendite Boxol e Box Office Toscana

 

Esponente di punta della nuova ondata di musica “post-classica” con i compagni di etichetta Ólafur Arnalds e Nils Frahm e definito da Pitchfork “capace di creare una musica semplice e al contempo meravigliosa, con una personalità distintiva”: sabato 3 marzo in Sala Vanni per l’unica data toscana, arrivano le avanguardie sonore di Peter Broderick (posti numerati 20€ – ridotto in prevendita 13€ + d.p. su circuito Box Office Toscana ed online su Boxol.it).

Dalla musica classica del debutto discografico “Float” al folk minimale di “Home”; dai palchi del Roskilde al Jazz Montreux Festival; dalle colonne sonore di film e documentari alle sonorizzazioni per danza contemporanea come “Music for falling from trees” per la londinese Neon dance della coreografa Adrienne Hart, fino alle soundtrack per progetti di moda, Broderick nel corso della sua carriera ha esplorato differenti generi musicali, senza mai precludersi nuovi orizzonti e sperimentazioni.

Classe 1987, Broderick è un polistrumentista e cantante originario di Portland. Dopo la parentesi danese con la band Efterklang dal 2007 al 2012, si inserisce nella scena musicale contemporanea berlinese dove entra in contatto con il pianista tedesco Nils Frahm, con cui collabora nel progetto Oliveray, e l’inglese Greg Haines con cui lavora per Greg Gives Peter Space. Nel 2008 pubblica l’atteso esordio discografico solista “Float”, seguito l’anno successivo da “Home”. Approda quindi alla Erased Tapes che pubblicherà nel 2012 il terzo full length “ These walls of mine”, un viaggio dal gospel e dal soul fino al al beatboxing e al rap. Nel 2016 la pubblicazione di “Partners”, ispirato alle composizioni di John Cage, e l’eccezionale “Grunewald recordings” registrato nella chiesa di Grunewald, nella periferia di Berlino. Nel 2017 è la volta dello splendido “All Together Again” dove Peter raccoglie brani composti nei suoi dieci anni di carriera e torna a suonare e registrare tutti gli strumenti da solo. La cover dell’album è stata realizzata da Peter stesso, tagliando e incollando differenti pezzi di carta colorata, in modo da rappresentare l’individualità di ciascuna traccia.

 

Posto unico numerato in prevendita 13€ +dp

Posto unico numerato alla porta 20€

Prevendite disponibili su Boxol e nei punti vendita Box Office Toscana

 

Le attività del Musicus Concentus sono realizzate con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Toscana, del Comune di Firenze e dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Share.

About Author

Comments are closed.