Intervista a Wallis Bird al Bravo Caffè, Bologna

0

L’album di Wallis, Home, è uscito in un periodo della mia vita per me difficilissimo. Lo sentirete: sarà per le 4 volte che già ci siamo viste per l’Europa (e lei se ne ricorda, non l’ho dovuto fare io). ma è uscita una vera e chiacchierata sulle nostre vite di coetanee. Perché anche per me, come per lei, quando si trova qualcuno da amare quella è casa. Vedere Wallis felice nel parlare, emozionata nel cantare alcune canzoni che tra questi due album hanno segnato la sua crescita personale… vederla proprio serena, di quella serenità che ti fa capire che sì, è quello che vorresti. E’ bellissimo. Mi scuso con lei se mi è scappato che prima ho perso compagno e poi il mio bambino (doveva essere nostro, ma se uno scappa)… Ma mi è uscito così normale come gioire per a felicità di una amica che ha trovato il suo equilibrio e l’amore della sua vita e me… Io beh, ho il sogno più grande che ho (oltre schiaffeggiare Bellamy), diventare mamma, negato.

(interview in english, press play)

L’ultimo e quarto album di Wallis BirdArchitect del 2014 – celebrava il cambiamento di città e vita per questa giovane artista che con il nuovo lavoro “Home” riprende da dove si era interrotta e racconta l’epilogo del suo disegno di vita.
“Architect” come spiega lei stessa “è stato il mio grande progetto di vita personale e musicale: una ragazza incontra una ragazza,  si innamorano e il lieto fine ne consegue”, “Home” è proprio quel lieto fine, celebrato in copertina dall’abbraccio affettuoso tra Wallis e la musa e partner.
“Home” è stato in gran parte registrato nello studio casalingo di Wallis, poi completato ai Klein Audiowelt nei pressi di Mannheim in Germania, dove ha lavorato regolarmente in passato. Dopo due anni di gestazione, divisi tra un centinaio di concerti, Wallis è pronta e desiderosa di tornare in pista.
La scelta è quella di tornare alle sue radici, presentandolo con una serie di performance intime in piccoli locali prima e un giro completo poi in Europa, Giappone e Australia.  (A Milano il 26 agosto ai Giardini CRT Triennale)

Non saranno spettacoli da 12 ore come quello che Wallis ha coraggiosamente messo in scena in gennaio all’Auster Club di Berlino, ma comunque perfetti per godersi la dolcezza e l’intimità di questo disco pieno d’amore.

Questo il video tratto dal singolo che dà anche il titolo all’album: http://www.youtube.com/watch?v=nmd3wDnRJpM

http://www.wallisbird.com/

Share.

About Author

Comments are closed.