“Robyn” dei Plastic Light Factory

0
presenta
I PLASTIC LIGHT FACTORY sono gli artisti “Just Discovered” della settimana su MTV New Generation grazie al video di “Robyn”Guarda e condividi

I PLASTIC LIGHT FACTORY sono gli artisti “Just Discovered” della settimana su MTV New Generation grazie al video di “Robyn”.
“Robyn è il primo singolo estratto dall’EP “HYPE” e che ne incarna appieno il significato. I suoni effettati si mischiano ai colori delle luci e viceversa, diventando un tutt’uno in una notte indimenticabile.
Il video è stato montando utilizzando frammenti di filmati girati dai fan che vedono la band ritratta nelle situazioni più disparate: dai vari concerti nei club con proiezioni psichedeliche, ai backstage, ai viaggi in macchina senza tettuccio, fino ai retroscena più divertenti con i loro amici più stretti. Tutto questo per mostrare al pubblico l’universo PLF. Un mondo fatto di musica, amicizia, stile, ironia, glitter ed eccentricità. Let’s get Hype.”

Crediti Video
Direction and editing: Moritz Meyns
Camera: Sara Villazzi
Additional editing: Eddie Preti @ Berthapalooza Studios
Special thanks to Giulia Ponzetta and Lorenzo Busellato

Crediti Musica
Registrato presso T.U.P. Studio di Brescia.
Produzione a cura di Bruno Barcella.
Mixato da Alessio Lonati.
Masterizzato alla Maestà da Giovanni Versari.

HYPE è il suono della gioventù di tre ragazzi che con la loro immaginazione e la loro musica riescono a travalicare i confini della propria terra e ad approdare oltremanica in terra d’Albione. Questo concept EP prende ispirazione dalla recente scena musicale che si sta formando a intorno all’Hype di Mantova. Collettivo di band indipendenti? Sala concerti? Rave party? Etichetta discografica? Forse nessuno sa bene cosa sia, l’unica cosa certa è che costituisce un concreto viatico per valide forme d’espressione, oltre che un reale punto d’aggregazione per una nuova ondata di controcultura giovanile portata da un vento che soffia aria direttamente dal ’67.
E allora in queste note rivivono i suoni, le luci e i colori di un’intera generazione che non smette mai di sognare.
Believe the Hype.

PLASTIC LIGHT FACTORY
[psycho-dance / shoegaze]

I Plastic Light Factory, classificati secondi al Rock Contest Controradio 2014 su più di 600 iscritti a livello nazionale, sono una band psychodance/sHOGaze nata nell’inverno del 2011 dalla collaborazione di  due compagni di liceo che condividono la passione per il rock indipendente inglese, l’effettistica e i light show. Moritz appassionato di chitarre e amplificatori vintage, Alessandro del suono martellante del basso e di tastiere. Nelle loro composizioni cupi intrecci psichedelici e sognanti voci riverberate si stendono su pulsanti ritmiche dance, tracciando una linea che unisce gli Electric Prunes ai Franz Ferdinand passando dal paisley underground con spruzzate di glitter. Oddio, in realtà manca qualcuno che maltratti la batteria e dopo il classico annuncio lanciato in rete, Andrea li convince di essere “maleducato” al punto giusto per il loro genere.
Non resta che buttarsi, prima in sala prove e poi sui palchi, con alcuni pezzi che parlano di esperienze condivise con amici, trip metafisici in mondi surreali, deliri notturni caleidoscopici ed escursioni lisergiche in città fantasma.
Nel 2014 la band ha pubblicato il loro primo singolo “Jakiteko”, il cui video è stato girato all’ Hype (una sala concerti indipendente di Mantova, ormai punto di riferimento per i freak amanti della scena rock english speaking oriented).
Nel 2015 hanno registrato il loro primo EP “HYPE”, presso il T.U.P studio di Brescia con la collaborazione di Alessio Lonati (Le Case Del Futuro/Tight Eye) e Brown Barcella (Miss Chain And The Broken Heels), masterizzato alla Maestà di Giovanni Versari (Muse).
L’uscita del disco è prevista per il 5 Ottobre 2016.
Attualmente la band è impegnata nella costruzione del muro del suono.
Line Up 
Moritz Meyns – chitarra, hog, electric sitar e voce
Alessandro Belletti – basso, hog, rhodes, mellotron e cori
Andrea Zanini – batteria e cori
Contatti
Facebook
Soundcloud
Youtube

Share.

About Author

Comments are closed.