MELLOW MOOD – Twinz 2 The World TOUR 2016

0
MELLOW MOOD – EVERYTHING SHE WANT
È impossibile parlare di reggae made in Italy senza includere i Mellow Mood tra i protagonisti principali di una scena in continua crescita.

Nati a Pordenone all’incirca nel 2005, esordiscono ufficialmente nel 2009, quando escono con un album intitolato “Move!”. Prodotto da quello che è poi diventato il loro architetto sonoro e dubmaster,Paolo Baldini, “Move!” voleva essere una prima mossa, un primo affacciarsi al mondo. Pubblicato senza etichetta, distributore o ufficio stampa, il disco è un successo. Due singoli, “Only You” e “Dance Inna Babylon“, totalizzano a oggi complessivamente più di trenta milioni di visualizzazioni su YouTube. La band pordenonese, capitanata dai gemelli Jacob e L.O Garzia, vedeva allora Federico Mazzolo (salito recentemente alla ribalta per il suo progetto elettronico IOSHI) alla batteria, Enrico Bernardini alle tastiere, Giulio Frausin (che ora si divide tra Mellow Mood e il folk acustico di The Sleeping Tree) al basso, Stefano Salmaso e Roberto Dazzan alla sezioni fiati.
Seguono due anni di intensissima attività live e di costante crescita artistica. Dopo una modifica della line-up (Filippo Buresta sostituisce Bernardini alle tastiere), i Mellow Mood si chiudono in studio con Baldini per registrare “Well Well Well”, che uscirà poi a maggio 2012, sancendo il loro ingresso nella sezione internazionale della più importante etichetta indipendente d’Italia, La Tempesta, anch’essa di casa a Pordenone, accanto a nomi come Aucan o Iori’s Eyes. Spaziando dal roots-reggae al rocksteady alla dancehall più tribale, “Well Well Well” è un disco intenso e raffinato, in cui i Mellow Mood mettono in mostra quanto hanno imparato, e dimostrano di avere tutte le carte in regola per essere tra i protagonisti della nuova scena reggae italiana ed internazionale.

Nella seconda metà del 2013 fanno uscire due singoli, “Dig Dig Dig” e “Extra Love” (quest’ultimo un featuring con la reggae star Tanya Stephens), che anticipano una nuova svolta nella direzione della band. “Twinz” esce a giugno 2014, e vede ancora Baldini alla produzione. Con un ulteriore snellimento nella line-up, che si spoglia della sezione fiati, importanti featuring internazionali (tra cui Richie Campbell, Sr. Wilson e Forelock), una riscoperta del roots unita ad una maggiore consapevolezza delle sonorità più recenti di derivazione giamaicana, l’album porta i Mellow Mood sui palchi dei più importanti festival reggae europei (Rototom Sunsplash, Summerjam, Sziget) e oltreoceano.
A meno di un anno di distanza, “Twinz” svela il proprio gemello: “2 The World”, uscito ancora una volta per La Tempesta International, dimostra la continua crescita compositiva del quintetto pordenonese ed è arricchito da collaborazioni nazionali (Forelock, Andrew I) e ospitate giamaicane (Tanya Stephens, Jah9, Hempress Sativa, Gideon & Selah). Il titolo vuole indicare la propulsione internazionale della band e del team di lavoro costituitosi attorno allo studio di Baldini, oltre a testimoniare come la scena italiana (artisti e pubblico assieme) stia trovando ora una propria collocazione all’interno del panorama reggae mondiale.

Share.

About Author

Comments are closed.