L’ORSO “Un luogo sicuro” – annunciate le prime date del TOUR

0

‘ORSO – “Un luogo sicuro”

Annunciate le prime date del TOUR:

31/3 Cavriago (RE), Circolo Kessel – (data zero)
02/4 Milano, Alcatraz – unica data in Lombardia – prevendite disponibili su MAILTICKET
08/4 Torino, Samo
22/4 Bologna, Locomotiv
13/5 Napoli, Lanificio 25
14/5 Montevarchi (AR), Auditorium

“Non penso mai”
VIDEO YOUTUBE

“Un luogo sicuro” è il nuovo album de L’ORSO, disponibile da venerdì 11 marzo 2016 per Garrincha Dischi suiTunes e tutte le maggiori piattaforme digitali e in tutti i negozi di dischi distribuito da Audioglobe/Sounday.

A partire dal 31 marzo L’ORSO presenterà “Un luogo sicuro” nei migliori club italiani con un inedito live che lascerà ampio spazio all’elettro-pop tra tastiere, campionatori e sintetizzatori che si accosteranno ai classici strumenti rock.

Un concerto tutto da ballare che farà muovere il pubblico con l’ultimo fortunato singolo “Non penso mai”, i nuovi brani dell’ultimo album “Un luogo sicuro” e i vecchi successi rivisitati in una coinvolgente chiave elettronica. Per rendere ancora più unico lo show l’allestimento luci è stato disegnato appositamente per la band dalla light designer messicana Violeta Arista.
La nuova formazione de L’ORSO vede Mattia Barro alla voce, chitarra e campionatore, Omar Assadi alle chitarre e percussioni, Francesco Paganeli al basso e sintetizzatori, Niccolò Bonazzon alla batteria e pad elettronici.

“UN LUOGO SICURO” TOUR, ecco le prime date annunciate:

31/3 Cavriago (RE), Circolo Kessel – (data zero)
02/4 Milano, Alcatraz – unica data in Lombardia – prevendite disponibili su MAILTICKET
08/4 Torino, Samo
22/4 Bologna, Locomotiv
13/5 Napoli, Lanificio 25
14/5 Montevarchi (AR), Auditorium

L’ORSO è nato quattro anni fa a Ivrea da un’idea di Mattia Barro e in pochi anni ha raggiunto traguardi importanti: più di 2 milioni e mezzo di visualizzazioni su Youtube, 2 milioni di ascolti su Spotify, oltre 350 concerti. “Un luogo sicuro” è il nuovo album prodotto da Marco “Cosmo” Bianchi (Cosmo/Drink To Me) e Mattia Barro e mette a confronto gli estremi in un dualismo musicale e concettuale, unendo sonorità elettroniche e moderne a campionamenti naturalistici e strumenti acustici, melodia a parti rappate.

Share.

About Author

Comments are closed.