Mercoledì 9 marzo, Milano, Biko: Franco e la Repubblica dei Mostri in concerto per presentare l’omonimo album di debutto

0

 IL COLLETTIVO ITALIANO PRESENTA L’OMONIMO DISCO DI DEBUTTO, PUBBLICATO IL 22 GENNAIO,

 IN UN NUOVO CONCERTO A MILANO

 UN EVENTO IN CUI, TRA MODERNO E TRADIZIONE, IL ROCK ITALIANO SI FONDE CON LA CANZONE POPOLARE, TRA ACCENNI DI JAZZ, PROG ED ALTERNATIVE-ROCK PER UN VIAGGIO IMMAGINARIO CHE PARTE DA PALERMO ED ATTRAVERSA LO STIVALE, FINO A MILANO.

 UN VIAGGIO SENZA GUINZAGLIO STILISTICO DOVE, TRA PARADOSSI E CONTRADDIZIONI, LA BAND RACCONTA L’ITALIA AI GIORNI NOSTRI 

 QUESTO E’ IL MONDO DIPINTO DAL SORPRENDENTE ED INCONSUETO ESORDIO DI

 
live
 

Mercoledì 9 Marzo 2016

 MILANO – BIKO

 Via Ettore Ponti, 40

apertura porte ore 21.30 – inizio concerto ore 22.00

Ingresso gratuito
 

 Interamente autoprodotto, l’omonimo disco di debutto è stato pubblicato il 22 gennaio 2016

(distribuzione Goodfellas) * illustrazioni a cura di Beppe Giacobbe

 
Quasi come lo stereotipo di una relazione amorosa, l’Italia viene corteggiata, sedotta, tradita e rimpianta

Franco e La Repubblica dei Mostri

 Franco e La Repubblica dei Mostri sono una band italiana di cinque diversi musicisti dai percorsi musicali talmente differenti che sembra quasi impossibile che, insieme, siano riusciti a creare un sound innovativo ed unico come il loro. Tra ukulele, chitarra, basso, batteria, violoncello, sax, clarinetto e synth, i Franco e La Repubblica dei Mostriprovengono da varie esperienze musicali, spaziando così al jazz al rock, dal cantautorato alla classica. Il risultato è un suono unico, un “new acustic” intriso di tradizione popolare ma ricco di atmosfere e derive post-rock. Il loro disco di debutto, “Franco e La Repubblica dei Mostri”, è stato scritto lentamente, tra il 2014 ed il 2015 e, a parte “L’Italia”, brano nato tra New York e Pantelleria, tutti gli altri pezzi sono figli della barona, il quartiere dove vive Adriano Aricò – voce dei Franco e La Repubblica dei Mostri – e fonte d’ispirazione. Dagli iniziali venti pezzi registrati in casa, iFranco hanno poi provato e riprovato e nella dimensione live ne hanno estratti otto, i più significativi, coerenti e narrativi.

Franco e La Repubblica dei Mostri” è un album tutto italiano, che nasce dall’idea di raccontare il nostro paese attraverso la quotidianità della provincia, la memoria storica, le contraddizioni, l’amore e l’odio, l’attaccamento ed il distacco. Una radiografia dell’Italia ai giorni nostri, un paese che non ha voglia di fare polemica ma che è critico verso tutto. Insoddisfatto, ha imparato a cavalcare l’onda della crisi, galleggiando, alla continua ricerca della felicità che si nasconde nel fine settimana.
La sfiducia verso il futuro per un’Italia che vive di ricordi, l’inerzia di chi attende un cambiamento e chi invece dal seppur amato paese scappa, dove il giusto senso del distacco è l’equazione della sopravvivenza.
Un disco interamente dedicato all’Italia e alle sue contraddizioni. “Quasi come lo stereotipo di una relazione amorosa, L’Italia,  viene corteggiata, sedotta, tradita e rimpianta”- Franco e La Repubblica dei Mostri.
Registrato da Diego Maggi presso il Core T Zone di Milano, con il mastering di Stefano Barzan, “Franco e La Repubblica dei Mostri” è stato interamente autoprodotto ed è stato pubblicato il 22 gennaio 2016 da Goodfellas.

 

 

 Franco e La Repubblica dei Mostri:
Adriano Aricò (voce, chitarra e ukulele), Marina Mussapi (violoncello), Francesco Provenzano (batteria),

Paolo Perego (basso) e Vincenzo Marino (sax, clarinetto e synth)

www.francoelarepubblicadeimostri.com  – www.facebook.com/FrancoelaRepubblicadeiMostri

Share.

About Author

Comments are closed.