Intervista: Dumbo Gets Mad

0
Un mesetto fa, prima del loro secondo concerto dopo la pubblicazione di Thank You Neil, abbiamo incontrato i Dumbo Gets Mad. L’album è uscito alla fine dello scorso anno, alcune review italiane sono state, diciamo, poco accurate… per noi è uno dei dischi italiani più fighi dell’ultimo semestre.
Mi scuso per l’audio non ottimale, ma non c’era un posto migliore dove registrare (hint: eravamo nel antibagno del Mattatoio, ecco perché dei tagli, e tutto il resto. Magari video poteva uscire un bel format, audio è più strano) 🙂
Il duo psichedelico italiano Dumbo Gets Mad, che più di tutti si è fatto notare negli Stati Uniti grazie al suo sound sghembo, dilatato, sognante ed assolutamente originale, torna con il nuovo album Thank You Neil, pubblicato il 20 novembre per Ghost Records/Bad Panda Records dopo essere stato anticipato dai singoli Misanthropulsar e Andromedian Girl. Nel disco Dumbo Gets Mad attingono dalla scena italiana library anni ’60 e ’70 di artisti come Piero Umiliani e Bruno Nicolai, ma anche dal panorama soul sperimentale americano degli anni ’70 ed in particolare da Shuggie Otis, fino al pop psichedelico del neozelandese Connan Mockasin ed alle uscite dell’etichetta californiana Stones Throw Records.

Learn more:
www.facebook.com/DumboGetsMadMusicwww.twitter.com/dumbogetsmad
http://instagram.com/dumbogetsmad
www.youtube.com/user/DumboGetsMad

Share.

About Author

Comments are closed.