Intervista via skype con Kevin degli Admiral Fallow

0

La scozia ci da musicalmente tanto. Magari meno conosciuti dei loro amici e colleghi, dalla Scozia provengono anche gli Admiral Fallow, ottimo gruppo indie folk che ahinoi non ha mai ancora avuto un appuntamento live in Italia.
La settimana passata abbiamo raggiunto via Skype, mentre era al pub, Kevin, il tastierista. Con lui abbiamo parlato proprio dello scottish factor, e abbiamo tentato di approfondire di più sulla sua band e sul loro ultimo lavoro Tiny Rewards…

(interview in english, just press play)

Tiny Rewards è il terzo album di studio per gli scozzesi Admiral Fallow. Originari di Glasgow ed attivi dal 2007, negli anni si sono guadagnati un posto di tutto rispetto all’interno del panorama indie-folk e nu-folk, soprattutto con l’acclamato Tree Bursts In Snow, il secondo disco. Ed è appunto per divincolarsi da queste etichette che gli Admiral Fallow, nel nuovo lavoro, si approcciano ad un nuovo metodo di scrittura, più compatto e coeso. A differenza dei due precedenti album, in cui il frontman Louis Abbott scriveva da solo le canzoni che poi venivano arrangiate dall’intera band, inTiny Rewards sono prima arrivati frammenti di musiche, una sezione di piano o di batteria, o semplicemente una linea melodica, a cui poi i membri della band hanno aggiunto, insieme, ognuno il proprio, in un’atmosfera collaborativa, creativa e sicuramente sperimentale, complice anche il fatto di aver trascorso tutti insieme un intenso periodo di registrazione. I brani contenuti in Tiny Rewards sono stati registrati in diversi studi (Angelic ad Oxfordshire, Red Kite in Galles, Voltaire Road nel sud di Londra), co-prodotti da Cameron Blackwood, con cui la band non aveva mai lavorato, ed infine mixati da Paul Savage (Franz Ferdinand, Mogwai, Arab Strap), già al lavoro nel precendente Tree Bursts In Snow.

Tra la stesura dei testi e delle musiche (inizio 2013) e le registrazioni (agosto 2014), gli Admiral Fallow sono stati partecipi di due importanti avvenimenti, che hanno inevitabilmente influenzato il sound di Tiny Rewards. Primo tra tutti, l’invito da parte del Glasgow Film Festival a comporre le musiche per dieci cortometraggi in poco meno di due mesi e, successivamente, la collaborazione con la Royal Scottish National Orchestra, in occasione della quale la band ha riarrangiato in chiave orchestrale alcuni dei propri brani. Entrambi questi avvenimenti hanno permesso al quintetto di entrare in contatto con nuovi suoni e nuove contaminazioni, che sono poi finite in Tiny Rewards.Evangeline, primo brano tratto dal disco in uscita il 4 settembre, racchiude in pieno tutto il nuovo mondo degli Admiral Fallow, tra loop sperimentali ed elettronici, ritmi mai prevedibili, mutazioni armoniche e rinnovati accenni folk-pop.

www.admiralfallow.com  – www.facebook.com/admiralfallow

Share.

About Author

Comments are closed.