Leon Bridges questa settimana al circolo Arci Magnolia

0
Il suo album di debutto, in arrivo quest’estate, è già una delle uscite più attese dell’anno” – Billboard Magazine
Leon Bridges, cantante di Fort Worth, ha tenuto otto show al SXSW di Austin, sfoggiando una voce alla Sam Cooke e una
eccellente presenza scenica…
” – New York Times
Leon Bridges è uno dei 10 nuovi artisti del 2015 che bisogna conoscere” – Rolling Stone


Leon Bridges
, giovanissimo e talentuoso cantautore di Fort Worth, Texas, ha pubblicato lo scorso 30 giugno il suo album di debutto, Coming Home.
Prodotto da Austin Jenkins e Josh Block, rispettivamente chitarrista e batterista dei White Denim,
una delle band indie più apprezzate del Texas, l’album è uscito per la Columbia Records.
La pubblicazione dell’album è stata anticipata dall’uscita della title track, di Better Man, e dei brani River, Lisa Sawyer e Smooth Sailin,
oltre che alla sua prima partecipazione al prestigioso festival SXSW (South By South West).
Le canzoni sono state tutte scritte da Leon Bridges e Coming Home ha ricevuto recensioni a 4 e 5 stelle dai prestigiosi magazine musicali Mojo, Uncut e Rolling Stone.
Le sue performance piene di soul e l’ottima band che lo accompagnano hanno ottenuto recensioni entusiastiche.
La sua esperienza al South By South West è stata così positiva che gli è valsa il riconoscimento Grulke Prize for Developing US Act 2015.

Leon Bridges questa settimana a Milano per il suo debutto in Italia:



GIOVEDì 17 SETTEMBRE
MILANO – CIRCOLO MAGNOLIA

www.circolomagnolia.it
via circonvalazione idroscalo, 41, 20090 MI
Biglietto: 15 euro + d.p.
Prevendite disponibili su www.ticketone.it

opening act:

Grace arriva in Italia con il suo EP di debutto Memo, distribuito dalla RCA Records nel mese di maggio.
Primo singolo estratto da Memo è la cover di un brano del 1963 di Lesley Gore, You Don’t Own Me. Il brano, co-prodotto da Parker Ighile – che porta un tocco
elettro hip hop al brano – e dal suo produttore originale, il leggendario Quincy Jones, è accompagnato dal rapper G-Eazy.
Rilasciato nel mese di febbraio You Don’t Own Me ha collezionato quasi quattro milioni di visualizzazioni di Spotify.
Il resto di Memo è pieno di brani originali che Grace ha composto insieme a diversi collaboratori, tra questi Ighile (Nicki Minaj, Rihanna) e Fraser T Smith (Adele, Sam Smith)
che hanno aiutato Grace a sfruttare al meglio le sue influenze musicali, che includono Gladys Knight, Shirley Bassey, Janis Joplin, e Amy Winehouse, imparando a
trascendere da loro per creare qualcosa di completamente suo, sia dal punto di vista musicale che del testo.
Non c’è un solo momento nella vita di Grace in cui la musica non sia stata protagonista: si è sin da subito innamorata del soul
dei grandi della Motown, come i Temptations, Aretha Franklin, Gladys Knight, Smokey Robinson, e di Ray Charles, il favorito di sua mamma.
“Non c’è emozione maggiore di vedere qualcuno piangere mentre ascolta una tua canzone,
o semplicemente iniziare a ballare o non riuscire a smettere di sorridere”, dice.
“Quando riesco a raggiungere questo, mi sento come se non si fosse nulla in questo mondo che potrebbe rendermi triste”.

INFORMAZIONI AL PUBBLICO:

www.comcerto.it
www.facebook.com/pages/COMCERTO/43041623120
twitter.com/COMCERTO
info@comcerto.it

Share.

About Author

Comments are closed.