Instant Lovers, il nuovo album dei Sunday Morning

0

È uscito il 26 maggio il secondo album di una band che ha fatto parlare parecchio di sé diversi anni fa, quando divideva il palco con artisti del calibro di The National, Karate e Archie Bronson Outfit, per poi prendersi una pausa un po’ lunghetta. Perché Instant Lovers, il secondo capitolo dei romagnoli Sunday Morning, arriva a quasi dieci anni dal loro primo disco ufficiale, Take These Flowers To Your Sister. Un periodo in cui le strade dei membri della band si sono divise per seguire progetti diversi, per alcuni musicali, per altri culinari (leggi: ristorante a Berlino), ma che, alla fine, ha visto tornare insieme Andrea Cola, Luca Galassi, Federico Guardigni e Jacopo Casadei, per ridare voce a un’alchimia che racchiude la campagna cesenate e le praterie americane, la Romagna e Neil Young.
Un album ricco e lieve allo stesso tempo, adatto ad aprire le porte dell’agognata estate che si avvicina: dieci tracce che fanno il verso da una parte all’America, un po’ vera un po’ raccontata nei libri, nei dischi e nei film, dall’altra all’indierock nella sua accezione originale, quello degli anni novanta. Ritmi leggeri e piacevoli, che si snodano tra la dolcezza della traccia d’apertura, nonché title track, Instant Lover, passano per l’ovattata Away Away, la delicatezza di Magdalene’s Room e quelle melodie da ballata che sono Lost e Broken Statues, si caricano nella marcia cadenzata di Johnny e diventano rock, di quello vero che sembra provenire dall’altra parte dell’oceano, con 41:73 Faith (Buffalo). Drifting e Little Darling sono fatte per entrarti in testa e ritrovarti a canticchiarle al mattino appena sveglia, Ocean, cui è affidata la chiusura, sembra racchiudere tutto questo piccolo grande road-trip, quasi un monologo, una confessione fatta sottovoce, quando ci si ritrova alla fine di un percorso e si tirano le somme, dopo essere partiti alla scoperta di quella frontiera raccontata nel mito e che sembra perfettamente ritratta nella copertina dell’album (ma quello che sembra un indiano è invece un motociclista ad un raduno a Cesenatico).
Spazi aperti e tramonti, rock e una Romagna che sa di West Coast. Bentornati Sunday Morning.

Instant Lovers

INSTANT LOVERS
1. Instant Lover
2. Away Away
3. Drifting
4. Johnny
5. Lost
6. Magdalene’s Room
7. 41:73 Faith (Buffalo)
8. Broken Statues
9. Little Darling
10. Ocean

http://sundaymorning1.bandcamp.com/releases 

Share.

About Author

Comments are closed.