I Subsonica, Saturnino, Levante, Emis Killa e Coez alla Beck’s UNacademy Night

0

Musica e birrette sono la combinazione perfetta per ogni bella serata. Quando poi la birra è buona e sostiene i talenti emergenti, tutto ci piace ancora di più. Ed è quello che è accaduto la scorsa settimana alla Beck’s UNacademy Night, evento conclusivo di UNacademy. Il progetto, lanciato da Beck’s, è dedicato ai giovani pronti a mettersi alla prova nel campo della musica e delle arti visive, supportati da tutor d’eccezione quali Subsonica, Emis Killa, Saturnino, Coez, Levante, Dario Giovannini, Mattia Zoppellaro, Younuts! e Pao.
Nel corso della serata al Fabrique di Milano sono stati annunciati i 20 finalisti del contest, in un evento in cui la presentazione dei giovani UNartist è stata accompagnata dalle performance live dei tutor stessi, per la prima volta insieme sullo stesso palco.

foto Francesco Prandoni

foto Francesco Prandoni

Il primo ad aprire le danze è Saturnino. Magistrale, magnetico, è un tutt’uno col quel basso a cui ormai manca solo la parola. Il suo funk morbido è seguito poco dopo da un bell’unplugged di Levante: la cantautrice, dopo il tormentone Alfonso, esegue una serie di brani voce e chitarra la cui forza, paradossalmente, sta proprio nella delicatezza del suo tocco, con cui riesce a saldamente a tenere un palco dall’anima rock.
Levante
È il momento dei rapper, Coez prima, Emis Killa dopo. Poi una pausa, per prepararsi all’esibizione più attesa: arrivano finalmente i Subsonica. I cinque non si smentiscono mai, scaletta (purtroppo) breve ma un crescendo in potenza che letteralmente incendia il Fabrique. Specchio, Veleno, Benzina Ogoshi, L’errore, Liberi Tutti, si parte dai brani più recenti per procedere a ritroso negli anni, anzi molto a ritroso, con una tiratissima cover di Io Sto Bene dei CCCP. Poi il saluto, sulle note di una struggente Tutti i miei Sbagli in versione acustica. Ipnotizzati, ci rendiamo ormai conto che è ora di andare a nanna: allora a presto, buonanotte, e in bocca al lupo ai 20 giovani UNartist.

Foto Francesco Prandoni

Foto Francesco Prandoni

Share.

About Author

Comments are closed.