[social] [social_icon link="/?feed=rss2" title="RSS" type="rss" /] [social_icon link="http://facebook.com/lostingroovemag" title="Facebook" type="facebook" /] [social_icon link="http://twitter.com/lostingroove" title="Twitter" type="twitter" /] [social_icon link="http://plus.google.com/113020370236331355022" title="Google+" type="google-plus" /] [/social]

Under The Sun All Night Long, l’esordio solista di Osc2x

0

Se parliamo di elettronica siamo subito portati a volgere lo sguardo all’estero, sia che si tratti di progetti stranieri, sia di italiani volati ormai oltre i confini nazionali (come i Dumbo Gets Mad, che hanno fatto di Los Angeles la loro seconda casa, Porcelain Raft, ormai illustre newyorkese, o gli Aucan, che mesi fa hanno firmato per la label americana Ultra).
Eppure esperienze dal taglio e dalla vocazione elettronica continuano a nascere nel Bel Paese, anche in contesti meno metropolitani e più “provinciali” (dove provinciali raccoglie tutto il buono, l’immediatezza, l’originalità e la capacità di sperimentazione di ambienti meno legati a dinamiche d’etichetta) come la bella e accogliente Bologna (chi scrive nutre un amore particolare per il capoluogo emiliano). È qui, all’ombra delle due torri, che è nato Under The Sun All Night Long, esordio solista di Osc2x, al secolo Vittorio Marchetti, nome non nuovo nella scena indipendente felsinea: un numero impressionante di concerti con Obagevi e soprattutto Altre di B, nonché l’altra metà di Sin/Cos in compagnia di Maolo Torreggiani (My Awesome Mixtape).
Un cantautorato elettronico che mescola, in un accostamento fantasioso ma calzante, Tycho, Boards Of Canada e Kylie Minogue, ma anche la freschezza sofisticata di Washed Out, il brio scherzoso degli Hot Chip, e un leggero velo dark (che nell’intro di I was so sure ricorda la Lullaby dei Cure salvo poi virare per un ritmo che corre a millemila bit all’ora): un mix di suoni digitali, pop e sperimentazione sonora, ritmi serrati e accattivanti, dilatazioni, strumenti analogici e campionamenti, destrutturazioni e limature.
Undici tracce, mixate e masterizzate da Enrico Capalbo, che escono oggi per il Collettivo HMCF: un disco che ti porta fuori dal dancefloor e ti accompagna fino all’alba, non importa se questa ti troverà a casa alla finestra, su una spiaggia o magari ancora a guidare nella tua macchina.

UNDER THE SUN ALL NIGHT LONG

  1. Facing Love
  2. Might As Well
  3. Aour
  4. Karma Points
  5. PAH!
  6. When I Was Like Uhm
  7. Hold On
  8. I Never Felt Like This
  9. I Was So Sure
  10. Left Handed People
  11. Angela

Il video di PAH!:

(foto di Virginia Bonarelli)

Share.

About Author

Comments are closed.