The Who a Firenze Rocks con l’orchestra del maggio musicale fiorentino

0

THE WHO

LA LEGGENDARIA BAND BRITANNICA

ACCOMPAGNATA DALL’ORCHESTRA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

SUL PALCO DELLA VISARNO ARENA

SABATO 17 GIUGNO 2023

PREVENDITA ANTICIPATA TRAMITE APP UFFICIALE

DALLE 10:00 DEL 15 DICEMBRE

VENDITA GENERALE DALLE 11:00 DEL 16 DICEMBRE

Dopo i Maroon 5, Firenze Rocks svela il secondo grande nome che calcherà il palco del festival sabato 17 giugno 2023: la leggendaria band del rock britannico The Who.

Per l’unica data italiana, gli Who hanno scelto di essere accompagnati da una filarmonica d’eccellenza e di rilevanza internazionale, anche come omaggio al capoluogo toscano che li accoglierà. Sarà infatti l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino a solcare il palco assieme alla band, in una miscela di rock che solo il binomio tra la band londinese e una delle più importanti orchestre d’Italia può creare.

Oltre Firenze, lo spettacolare show farà tappa a Berlino, Parigi e BarcellonaPete Townshend, Roger Daltrey e la band eseguiranno brani tratti dai quasi 60 anni di carriera, tra cui sezioni dedicate agli album simbolo Tommy e Quadrophenia, oltre ad altri amati brani e canzoni tratte dall’album “WHO” del 2019, il loro primo disco in studio dopo 13 anni.

I biglietti per l’unica data italiana saranno disponibili in anteprima giovedì 15 dicembre dalle ore 10:00 tramite App ufficiale Firenze Rocks. Per accedere: scarica l’App ufficiale, disponibile per iOS e Android a questo link.

La vendita generale dei biglietti aprirà venerdì 16 dicembre dalle ore 11:00 su Ticketmaster, Ticketone, Vivaticket e presso tutti i punti vendita autorizzati.

***

Il concerto segue l’acclamato tour statunitense “The Who Hits Back” di quest’anno, in cui la band ha condiviso il palco con alcune delle migliori orchestre d’America. Il tour europeo del 2023 vedrà la band completa dei THE WHO composta dal chitarrista/cantante Simon Townshend, dal tastierista Loren Gold, dalla seconda tastierista Emily Marshall, dal bassista Jon Button, dal batterista Zak Starkey e dalla voce di Billy Nicholls, oltre che dal direttore d’orchestra Keith Levenson, dalla violinista Katie Jacoby e dalla violoncellista Audrey Snyder.

Commentando il ritorno nel vecchio continente per la prima volta dopo quasi dieci anni, Pete Townshend ha dichiarato: “È meraviglioso poter tornare in Europa dopo una lunga assenza, per suonare a Firenze, Berlino, Parigi e Barcellona, quattro delle mie città preferite al mondo. Non vediamo l’ora di portare il nostro grande spettacolo orchestrale, che finora ha ricevuto ottime recensioni, e di suonare anche alcune vecchie canzoni rock ‘n’ roll in stile Who dal nostro repertorio. Mescoliamo il tutto in una serata di musica straordinaria: devo dire che questo spettacolo è quello che personalmente mi piace di più di qualsiasi altra cosa abbia mai fatto in 60 anni di lavoro con Roger. Non vedo l’ora di visitare queste bellissime città per rivedere i nostri vecchi fan, e spero di incontrarne di nuovi. Siamo così fortunati a poter trascorrere una serata con tutti voi“.

Gli Who hanno concluso il loro Who Hits Back tour negli Stati Uniti nel novembre di quest’anno, dopo aver entusiasmato il pubblico di oltre trenta città, con i media e i fan concordi nel riconoscere che la band è in forma come, se non meglio, di sempre e che gli arrangiamenti orchestrali, la maggior parte dei quali curati dal leggendario David Campbell, hanno portato una nuova profondità ed eccitazione alla musica di Pete Townshend.

Virgin Radio è la radio partner ufficiale del concerto

FIRENZE ROCKS

Sito | Facebook | Instagram | Twitter

LIVE NATION ITALIA
Sito | Facebook | Instagram | Twitter | TikTok

Ufficio stampa Live Nation Italia:
The Hive Project – press@thehiveproject.it

Ufficio stampa LNDF Firenze:

Marco Mannucci – press@lenozzedifigaro.it

 

THE WHO

Gli Who sono una delle tre più grandi eredità rock della storia della musica. La loro musica ha cambiamento per sempre il genere e ha attraversato quello che molti critici dichiarano essere lo spettro creativo più elastico del rock, con il songwriting di Pete Townshend che si muove tra il crudo, il prosaico, il concettuale e l’espressivo. Il loro senso visionario della messinscena, guidato dall’impetuosa abilità vocale di Roger Daltrey, è completato dall’esuberante sezione ritmica della band. Roger e Pete che hanno pubblicato le loro memorie negli ultimi anni (Who I Am di Pete è stato pubblicato con grande successo nel 2012 e l’autobiografia di Roger, Thanks A Lot Mr. Kibblewhite; My Story, è stata accolta dalla critica nel 2018), i due membri rimanenti degli Who hanno condiviso la loro incredibile eredità tramite la letteratura: poche band hanno avuto un impatto più duraturo sull’era del rock e sul riverbero della cultura pop degli Who.

Emersi a metà degli anni Sessanta come nuova e incendiaria forza del rock n’ roll, il loro stile sfrontato e la loro narrazione toccante li hanno portati ad avere uno dei seguiti più appassionati della scena musicale mondiale, con il leggendario quartetto che ha dato vita a un nuovo modello di rock, punk e tutto ciò che ne è seguito. Inserita nella Rock n’ Roll Hall of Fame nel 1990, la band ha venduto più di 100 milioni di dischi in tutto il mondo, piazzando 27 singoli nella top-forty negli Stati Uniti e nel Regno Unito e guadagnando 17 album nella Top Ten, tra cui la rivoluzionaria opera rock Tommy del 1969, il martellante Live At Leeds del 1971, Quadrophenia del 1973 e Who Are You del 1978. Gli Who hanno debuttato nel 1964 con il trio di inni I Can’t ExplainThe Kids Are Alright e My Generation. Da allora hanno regalato al mondo successi come Baba O’RileyWon’t Get Fooled AgainPinball WizardWho Are You e You Better You Bet.

Nel 2008 sono diventati la prima rock band in assoluto a ricevere il prestigioso Kennedy Center Honors. Gli Who si sono esibiti in tutto il mondo, tra cui eventi musicali globali per l’Halftime Show del Super Bowl XLIV nel 2010 e la chiusura delle Olimpiadi estive di Londra 2012. Gli Who hanno continuato la loro opera di beneficenza con un concerto nel gennaio 2011 per raccogliere fondi per la sperimentazione di un nuovo trattamento contro il cancro chiamato PDT. Nel dicembre 2012 si sono esibiti in occasione dell’Hurricane Sandy Benefit a New York. Nel gennaio 2014 hanno suonato un set nello speciale televisivo statunitense a sostegno dell’associazione benefica Stand Up to Cancer. Nel novembre 2012 Daltrey, con Townshend al suo fianco, ha lanciato Teen Cancer America. L’associazione è ora presente negli Stati Uniti, con uffici a Los Angeles e unità dedicate al cancro adolescenziale aperte negli ospedali di tutti gli Stati Uniti. Il lavoro di TCA ha avuto un impatto su oltre 5.000 giovani e le loro famiglie in tutto il paese negli ultimi sei anni.

Share.

Comments are closed.