“Shaku Shaku” è il nuovo singolo di Lina Simons

0
DOPO LA PUBBLICAZIONE DEI BRANI
IN THE BLOCK e NUDA IN CUI SI RACCONTA UNENDO
CON STILE E GRINTA L’ HIP HOP AL DIALETTO NAPOLETANO

 

LA RIVELAZIONE DEL MIAMI 2022: PRESENTA IL NUOVO SINGOLO
FUORI OGGI
IN RADIO E SU TUTTE LE PIATTAFORME DIGITALI

 

Milano, 24 giugno 2022 – Lina Simons, la giovane rapper italo-nigeriana di base a Londra che ha conquistato il pubblico del MiAmi 2022 con il suo trascinante hip hop miscelato con stile al dialetto napoletano, presenta il nuovo singolo Shaku Shaku – prodotto da Gransta MSV per Mine Music Label – da oggi in radio, su YouTube e su tutte le piattaforme digitali.

 

Shaku Shaku, che prende il nome dalla street dance di origine nigeriana diventata virale negli ultimi anni, ha un sound afro suadente e irresistibile che entra immediatamente in testa. I versi mescolano con disinvoltura l’italiano e l’inglese e descrivono atmosfere da sogno nella splendida Lagos, in un insieme che diventa così il racconto in musica dell’identità multisfaccettata e affascinante di Lina Simons.

 

La danza Shaku Shaku è ovviamente protagonista del video – diretto da Pietro BIZ Biasia – , insieme agli spettacolari paesaggi di Lisbona in cui Lina e un gruppo di ballerine e ballerini danzano immersi nel sole, nel verde e sulla spiaggia dalla mattina al tramonto, in un’atmosfera che richiama la pace, i colori e la bellezza dei posti di mare in piena estate.

 

Lina Simons racconta la genesi del brano: «Ho scritto Shaku Shaku l’anno scorso prima dell’estate. Mi ricordo benissimo che mi sono svegliata una mattina e mi sono detta: ‘Voglio scrivere un pezzo che porti delle good vibes’. Ho pensato di fare uno di quei brani da ascoltare e ballare in un club o in spiaggia, quando stai con la persona che ami… O quando ci si vuole divertire con gli amici, insomma uno di quei pezzi che fanno dire “That’s my song!”.

Shaku Shaku è stato concepito di getto perché l’idea mi girava in testa, l’ho scritto quasi in automatico, il processo è stato molto veloce.
Io sono metà italiana e metà nigeriana, volevo qualche elemento della mia cultura africana a rappresentarmi. Shaku Shaku è una danza nigeriana, molto popolare in Inghilterra e a Londra qualche anno fa. Il brano che l’ha lanciata è di Olamide, un rapper nigeriano. Era molto popolare, una danza istintiva, io l’ho voluta chiamare così perché per me significa fare festa, in tutti i sensi.

Ho registrato la primissima bozza del pezzo sul cellulare. L’ho mandata al mio produttore Gransta MSV, l’abbiamo messa in cantiere e sapevamo che sarebbe stato un pezzo perfetto da fare uscire in estate. Summer vibes al 100%! Sono entusiasta di questo brano e non vedo l’ora che la gente se lo canti mentre fa festa. È un banger!»
LINA SIMONS – NOTE BIOGRAFICHE
Lina Simons si presenta da sola: «Sono Pasqualina De Simone, in arte Lina Simons. Sono nata a Pozzuoli nel 1998 da madre nigeriana e padre italiano. Sono cresciuta a Cerreto Sannita, un paese con tremila abitanti nella provincia di Benevento. Io e mia madre eravamo le uniche nere a vivere lì. Vi lascio immaginare. Il mio rapporto con l’Italia è strano. Un ‘ti amo e ti odio’. Dovevo parlare meglio degli altri, comportarmi meglio… Mi sono sempre sentita in dovere di dimostrare di essere all’altezza, dimostrare che ero italiana. Mio padre era italiano e anche bianco quindi quando ci vedevano insieme pensavano che fossi stata adottata. Quando sono cresciuta, chi non sapeva pensava fossi la sua escort. Facevo vlog e video satirici su Facebook in cui parlavo degli stereotipi che i ‘white italians’ hanno sugli afroitaliani. Alla gente piacevano, ma non a tutti. Comunque è stata ed è una buona valvola di sfogo: far ridere la gente, ma metterle anche del sale in zucca.
Un giorno non hanno fatto lavorare me e mia sorella in un ristorante perché siamo nere. La mia sorellina quel giorno si sentì umiliata e si mise a piangere. Ho fatto un video in cui ne parlavo, che è diventato virale e vi lascio immaginare il resto. Tutta Casapound e la Lega nei commenti.
Due mesi dopo aver preso il diploma sono partita per Londra perché di avvelenarmi il fegato ogni giorno non ce la facevo più. Poi volevo una carriera internazionale quindi Londra era il luogo giusto in cui andare!
Vivo a Londra da oltre quattro anni ora. Da quattro anni nessuno mi chiama ‘scimmia’. Da quattro anni non devo fare a cazzotti o dimostrare niente a nessuno, se non a me stessa. Qui a Londra faccio musica e studio imprenditoria e business della musica. Tramite la musica voglio dire la mia. Ho tanto da dire e tante opinioni. Le cose in Italia devono cambiare. Io sono parte del cambiamento e non posso essere nascosta. Sono qui. Noi afroitaliani, figli di altre minoranze, siamo qui e alla pari di tutti.»

 

Nel 2021 Lina Simons ha firmato con MINE Music Label e In The Block è stato il primo brano nato dalla collaborazione.
Nel 2022 esce Nuda, brano scritto da Lina e prodotto da Gransta MSV del MINE Music team. Il pezzo esplora il concetto di ‘mettersi a nudo’, di mostrare se stessi a pieno, senza filtri e senza paranoie. Il pezzo è rappato in napoletano e cosmopolita nei contenuti.
Il 24 giugno è in arrivo il nuovo singolo Shaku Shaku.
SEGUI LINA SIMONS
Share.

About Author

Comments are closed.