InMusic 2022: la Line-Up al completo!

0

Dopo aver annunciato, già da tempo, band come Killers, Nick Cave and the Bad Seeds, Deftones, Kasabian, Fontaines D.C., White Lies, Kasabian, Gogol Bordello e Sleaford Mods (tra i tanti presenti), l’InMusic Festival di Zagabria, che si terrà dal 20 al 23 giugno 2022 ha annunciato altri importanti nomi che, in parte, completeranno la line-up di questo straordinario evento sul lago Jarun.
Altri nomi importanti riguardano gruppi come: gli impressionanti IDLES, le super scatenate HINDS, dal gruppo “che recita” Dry Cleaning, la storica voce dei Moloko Roisìn Murphy, Rival Sons e dalla magia variopinta costruita da una band come quella de The Comet is Coming.

Oltre a questi artisti, saranno presenti artisti di cui si sentirà parlare parecchio, o almeno noi di Lost in Groove proveremo a proporre nel corso del festival – e anche prima per avere qualche idea su chi si andrà ascoltare.
Attivi dagli anni ’80 , se non prima, arrivano direttamente dal Mali, Amadou & Mariam: una carriera piuttosto invidiabile la loro, con 10 dischi all’attivo, e con collaborazioni con artisti del calibro di Damon Albarn ( nel 2008, il frontman inglese, ha prodotto un loro singolo) ed, ebbene sì – anche se non del nostro genere- pure con Jovanotti (ospiti in una sua canzone del 2011).
Altro gruppo che arriva da molto lontano da Zagabria è quello dei Tamikrest, band formatasi giovanissima nel 2006, e sempre proveniente dal Mali: il loro è un genere che mescola tradizione con una buona dose di rock e blues; approfondiremo molto presto.
Una band, che spero riuscirà ad esplodere per il suo Art – Performance rock è a dir poco sconosciuta: non si conosce l’identità degli artisti che compongono la band, il loro nome è Snapped Ankles, ma hanno all’attivo numerosi singoli e due EP, e, ovviamente, si presentano su un palco completamente camuffati. Questi potrebbero essere molto interessanti, se non una nuova rivelazione: ci sarà un primo ascolto e, successivamente, la presenza al loro live che, naturalmente, ci darà un’idea totale di quello che propone la band britannica.
Ultimi annunciati, ma non per questo meno interessanti, saranno i croati Porto Morto, band che si definisce molto versatile e che canta nella lingua madre: non per questo non saranno presi in considerazione.

Come ultimi appunti voglio ricordarvi che:
1- Il prezzo dei 4 giorni di festival è di 91€ (tasse incluse)
2- Se intendete usufruire del campeggio, il prezzo è di 33€ (sempre che non sia esaurito)
3- Il lago Jarun non si trova nei pressi del centro di Zagabria, ma nei pressi di una bellissima area naturale: portatevi scarpe comode!

Share.

About Author

Comments are closed.