Tempelhof Sounds 2022: Line Up.

0

La prima cosa che ho pensato a quando ho letto la line-up di un festival a Berlino, nei pressi di un ex aeroporto, ho pensato: “Ok, ritorno al periodo Brand: New su MTV con Massimo Coppola come conduttore”.
Avevo circa 12 anni, mi ero appena trasferita da un paesino all’altro della provincia di Modena, non conoscevo nessuno, ero più asociale di adesso e i miei genitori pensarono bene di mettermi la tv in camera: mi addormentavo con quella, proprio mentre guardavo Mtv Brand: New.
Questa piccolo ricordo – premessa mi serve per riprendere a scrivere e, dopo due anni buoni di pandemia, serve ricordare che l’ottima musica circola ancora e che si deve in qualche modo ripartire: riprendiamo i festival, quelli belli, con line-up assordanti e che ti ricordano il motivo per cui circa 15 anni fa hai iniziato a scrivere di musica.
Oggi, e non solo in questa occasione, voglio scrivere del TEMPELHOF SOUNDS 2022, festival che si terrà proprio nella capitale tedesca, dal 10 al 12 giugno 2022.
Perché inizialmente ho fatto quella premessa sui miei solitari 12 anni e su MTV quando quello era un programma musicale e proponeva musica nuova? Beh, perché ai tempi ricordo: un biondo molto carino con occhiali da sole e con voce baritonale, seguito da un bassista – e che bassista- (l’intro di “The New” resterà nella storia della musica indipendente dei primi 2000) con leccata di mucca in testa, un batterista velocissimo e un chitarrista con dei capelli che, boh, secondo me non hanno mai avuto una forma vera e propria; ricordo poi un gruppo di amici che “sometimes \ SOMEDAY \ always” si divertivano fin troppo e nei video erano sempre molto affiatati; poi, quelli ballati al Covo, fino allo sfinimento, quelli che avevano la divisa che “avevo visto a Parigi a Montmartre e volevo comprarla pure io per fare la “Libertine”; quelli per i quali ho speso un sacco di soldi, perché, boh, Origin of Symmetry e Absolution mi entrarono nel cuore come un fulmine a ciel sereno; quella bellissima ragazza dai capelli ramati dalla voce incantevole, più attuale (quando è venuta fuori Florence Welch?); quelli del “Boh, a Zagabria non mi hanno detto nulla”, poi a Parma, il 6 novembre dello scorso anno al Regio, mi sono piaciuti da morire.
Tutto questo per dirvi che:

  • VENERDì 10\06:
    – Florence and the Machine
    – The Libertines
    – Two Door Cinema Club
    – Mac Demarco
    – Parcels
    – Freya Ridings
    – Balthazar
    – Molchat Doma
    – L’Impératrice
  • SABATO 11\06:
    – Muse
    – Alt-J
    – Idles
    – Sophie Hunger
    – Maximo Park
    – Johnossi
    – Wolf Alice
    – Hinds
  • DOMENICA 12\06:
    – The Strokes
    – Interpol
    – Fontaines D.C.
    – Royal Blood
    – Courtney Barnett
    – Big Thief
    – Anna Calvi

    Se credete che questa sia la line-up completa, vi sbagliate: di artisti nuovi ce ne sono, e verranno proposti nelle prossime settimane; si cercherà di intervistare qualcuno sul posto e, ovviamente, Lost in Groove cercherà di essere presente il più possibile.
    Alle prossime info!

    P.S: Nonostante nella locandina siano stati messi in programma i London Grammar, questi sono stati sostituiti da The Libertines.

Share.

About Author

Comments are closed.