Photogallery: Sinéad O’Connor, Campus Industry Music Parma,18.01.2020

0

Sinead O’Connor aveva lasciato il palco quattro anni fa per intraprendere un viaggio di auto-rinnovamento, un percorso di rinascita. La rivediamo nelle foto della data di Parma di Silvia Saponaro.

L’Irlanda degli anni ’70 è stata lo sfondo in cui Sinéad O’Connor ha mosso i primi passi, da lì il suo spirito è sbocciato, manifestando un dono incredibile, la sua voce. Scoperta dal batterista della famosa band irlandese In Tua Nua, Sinéad pubblica alla fine del 1987 il suo primo album, The Lion and the Cobra, aggiudicandosi immediatamente un disco di platino. Dall’esplosione fino a Nothing Compare to You, Sinéad ha lasciato un segno indelebile con la sua immagine unica e uno stile vocale inconfondibile. Un’artista senza paragoni: unica, senza compromessi, una pioniera e visionaria senza precedenti. Sinéad O’Connor incarna bellezza e innocenza con la sua voce, ma con un’anima in parte punk e in parte una combinazione mistica di impavidità e autenticità, che nel tempo ha ispirato notevolmente chi è venuta dopo di lei.

Dopo un periodo di successo con album acclamati, singoli ai vertici delle classifiche e numerosi premi e collaborazioni, un lungo viaggio spirituale l’ha condotta verso un’esistenza turbolenta, travagliata e irrequieta per poi trovare finalmente conforto nella religione islamica. Quest’anno segna il ritorno di Sinéad O’Connor e un nuovo inizio per l’artista.

Share.

Comments are closed.