Anche MI AMI E LOCUS FESTIVAL diventano mobile-only con DICE.FM, la piattaforma anti-bagarinaggio

0

Nessun ticket cartaceo e un QR code “animato” a prova di secondary-ticketing. Anche in Italia la app che promette di cambiare il mondo dei live, con due nuove partnership esclusive.

Annunciate le date del MI AMI 2020 e il primo artista del LOCUS FESTIVAL

Dopo il Primavera Sound, uno degli appuntamenti musicali più importanti a livello mondiale, con oltre 220mila presenze registrate nell’edizione del 2019, ecco altri due festival, questa volta italiani, che decidono di abbandonare il classico biglietto cartaceo e abbracciare la tecnologia “mobile-only” e anti-bagarinaggio di DICE (https://dice.fm/), piattaforma di ticketing nata nel 2014 a Londra e approvata dal governo inglese per la sua grande spinta innovativa che, a partire dall’Inghilterra, ha contribuito fortemente alla diminuzione del tanto discusso fenomeno del secondary ticketing.
DICE sta ricevendo consensi in tutto il mondo e sta aprendo uffici in Francia, Spagna, USA, Australia oltre che in Italia, dove è presente dalla prima data “ufficiale” di FKA twigs del 29 novembre.
Oggi due importanti festival decidono di abbracciare questa nuova tecnologia. Da un lato il milanese Mi Ami festival (previsto il 29, 30 e 31 maggio 2020), eccellenza della musica italiana che promette di essere sempre più verde ed eco-friendly, per esempio mobilitandosi per la piantumazione nel Parco dell’Idroscalo e abbracciando la tecnologia mobile-only che abbatte il consumo di carta. Dall’altra, il Locus, splendido e rinomato festival pugliese che accoglie ogni anno alcune delle realtà più interessanti e celebri del panorama internazionale. Primo annuncio di questa nuova edizione il “modfather” Paul Weller, autentica icona della musica inglese e mondiale, il 25 luglio nella Masseria Mavugliola che darà il via al festival con un’unica data al Sud Italia.

Share.

Comments are closed.