Interviste: Molly, Eurosonic Noorderslag 2019

0

Ad ESNS incontriamo i Molly, giovane band austriaca dalle morbide influenze shoegaze con una buona declinazione post rock.

Ci incontriamo sfortunatamente un po’ in modo veloce: al Vera, locale mitico della cittadina olandese che ospita ESNS, hanno appena fatto un soundcheck e li sorprendo poco prima di mangiare. Phillip mi ricorda un giovane Martin Gore dei Depeche mode, non conoscendolo, cerco una foto dove Martin indossa un cappello simile al suo, sicché lui e Lars si mettono a ridere. Ma Philip mi dice che contrariamente alla mise di Gore lui suonerà più vestito. E’la prima volta che sono in Olanda e sono arrivati dall’Austria in macchina, fermandosi una notte a dormire in Germania: ovviamente la loro speranza è che dopo questi live e showcase tipici di Eurosonic riusciranno a girare tutta Europa.

– Come vi siete incontrati voi due?
suonavamo entrambi per un altro gruppo, poi il gruppo si e’ sciolto e ci siamo trovati noi a fare una cosa nuova

– Come è iniziare a fare musica a Innsbruck? E’ una piccola città ma di confine: infatti i confini della germania e italiano sono vicinissimi.
fare musica a Innsbruck e’ molto interessante perche’ cmq siamo in un luogo di passaggio, dove la musica si crea ma si ascolta anche, molte bands anche internazionali suonano nella nostra citta’

– Perché avete scelto questo nome, Molly, per il vostro duo?
ahahahaha (ridono) non sapevamo come chiamarci, volevamo un nome corto e semplice cosi’ abbiamo cercato su google e Molly e’ il primo nome che e’ uscito, random.

– La vostra musica ha una forte influenza shoegaze senza però la parte oscura. Solo la “emo” (emo inteso in modo positivo, non post adolescenziale). Dove avete trovato le vostre influenze?
La nostra musica e’ sicuramente shoegaze, probabilmente rispecchia il mondo in cui ci troviamo adesso, le Alpi, la natura dove viviamo… come ispirazione diverse bands… come la band svedese Dungen.

– Come è stato lavorare in studio per il vostro Glimpse EP? E un nuovo disco sta arrivando a breve?
non abbiamo un vero e proprio studio ma un vano dove creiamo e poi mandiamo in file al producer che ce lo rimanda, e’ un po’ stare in casa, suonare, provare dei pezzi. Il nuovo disco uscira’ in primavera, e’ praticamente finito

– Che differenza c’è per voi tra l’approccio del lavoro in studio e suonare dal vivo? E preferite una delle due cose?
difficile dare una preferenza perche’ sono 2 cose diverse… in studio possiamo provare e riprovare una cosa hai il tempo, la cambi… la riprovi, la rifai… pero’ il live e’ dove vediamo se al pubblico una cosa piace e poi e’ bello vedere i tuoi fans, vedere se gli piace la tua musica, stare tra la gente

– Quali sono i vostri progetti per il 2019?
speriamo di suonare tantissimo in giro per l’Europa, di fare Festival con il bel tempo, di incontrare i nostri fans.

Alcuni link utili per conoscerli bene:
Glimpse – Official video: https://www.youtube.com/watch?v=L6YPwpTFYyo
Livesession (Concertfilm of 43 min): https://www.youtube.com/watch?v=YezXAtoioXE&t=283s
Share.

About Author

Comments are closed.