SHOUT OUT LOUDS_Tre imperdibili appuntamenti per una delle band più amate della scena alternativa europea

0
SHOUT OUT LOUDS

Tre imperdibili appuntamenti per una delle band più amate della scena alternativa europea

22 APRILE – OHIBÒ, MILANO
23 APRILE – LARGO, ROMA
24 APRILE – COVO CLUB, BOLOGNA

Ascolta “Ease My Mind”: http://goo.gl/3m2Mv9
Guarda “Impossible”: http://bit.ly/2C1Mjbf

Prevendite Milanohttp://bit.ly/2BeLJu9

RADAR CONCERTI presenta SHOUT OUT LOUDS. La band svedese tornerà in Italia per tre show esclusivi per presentare l’ultimo album EASE MY MIND, uscito il 22 settembre per Merge. Appuntamento il 22 aprile all’Ohibò di Milano, il 23 aprile al Largo di Roma e il 24 aprile al Covo di Bologna. Con oltre quindici anni di carriera e centinaia di concerti in tutto il mondo, il gruppo è considerato un vero e proprio pilastro della scena indie pop internazionale.

Gli SHOUT OUT LOUDS nascono da un’idea di Adam Olenius e Ted Malmros: il debut album Howl Howl Gaff Gaff, contenente anche le tracce dell’EP di precedente uscita 100 Degrees, scavalca in poco tempo i confini nazionali e inizia a farsi conoscere in tutto il mondo. Le loro canzoni vengono inserite in film e serie TV internazionali (The O.C.One Tree HillHappythankyoumoreplease), condividono il palco con artisti come The Strokes e The Magic Numbers e sono anche protagonisti di una performance al David Letterman Show. Il loro successo live li porta tra il 2005 e il 2006 di fronte al pubblico di importanti festival come il Coachellal’Eurosonic e il Roskilde Festival, oltre che in tour con i Kings Of Leon. Il successore di Howl Howl Gaff Gaff è datato 2007: Our III Wills è un’ulteriore consacrazione del gruppo, con sonorità più malinconiche e cupe rispetto al disco precedente. Tre anni più tardi arriva Work, e nel 2013 Optica, che si pone sulla scia del precedente ma con atmosfere maggiormente elettroniche, tra synth e omaggi agli ‘80s. L’ultimo album, Ease My Mind, è il risultato di canzoni scritte da Adam durante l’estate e di registrazioni al fianco di Fredrik Swahn (del gruppo The Amazing) in un seminterrato di Stoccolma. “L’album suona così solare perché eravamo molto felici in studio. Fredrik è pieno di energia. Non eravamo del tutto abituati a quel tipo di vibrazione in sala prove: è stato rigenerante”.

Nel corso della loro carriera gli Shout Out Louds hanno raggiunto le vette più alte dell’indie pop internazionale, grazie alla loro musica fresca e a tratti malinconica, definita dalla stessa band sunset rock. Pur avendo sperimentato in molti aspetti delle sonorità e dei testi durante i quindici anni di vita del gruppo, Adam e compagni hanno sempre trattato la loro musica come strumento di fuga e di pausa da quel mondo distopico e fragile in cui sono cresciuti e diventati adulti, ma sempre alla ricerca di un nuovo tramonto.

“Shout Out Louds’ fifth album is a shimmery, wistful collection of indie pop which fits perfectly with the end-of-summer feeling that tends to wash over you in September.” (The Line Of Best Fit)

Share.

About Author

Comments are closed.