TOM WALKER: l’autore del successo radiofonico “LEAVE A LIGHT ON” in Italia ad Aprile

0

 

Con un posto da poco guadagnato nella BBC Sound Poll 2018 e nella MTV Brand New 2018,

TOM WALKER, musicista e compositore nato a Glasgow e cresciuto a Manchester,

annuncia il suo esordio in Italia con il nuovo singolo e successo radiofonico “LEAVE A LIGHT ON”.

ASCOLTA “LEAVE A LIGHT ON”_ https://youtu.be/nqnkBdExjws

Il brano è stato scritto insieme a Steve Mac (già produttore di“Shape of You” di Ed Sheeran e “Alarm” di Anne-Marie) che ne firma anche la produzione: dall’assolo del piano dell’intro costruisce un emozionante crescendo di percussioni combinando armoniosamene i synth con la profonda e struggente voce di Tom. Come in altri suoi pezzi, il testo di “Leave A Light On” fa emergere un lato più buio del cantautore, nettamente in contrasto con la sua immagine solare.

Il videoclip che accompagna il singolo è stato diretto da Charles Mehling (The Script, Paolo Nutini, Olly Murs, Emeli Sande) ed è stato girato in Croazia, ad oggi ha superato i 2 milioni e le 855mila views su YouTube e i 6 milioni di stream su Spotify. Le straordinarie immagini della clip racchiudono perfettamente la sensazione di isolamento e di lontananza di Tom dall’amico a cui si rivolge in questo emozionante brano.

Con 70 milioni di stream, il precedente singolo di Tom Walker, “Heartland”, scritto e co-prodotto con Naughty Boy, è diventato una hit radiofonica. È arrivata dopo il successo di “Fly Away With Me” e “Blessings”. Con “Just You & I” Tom ha scalato la HOT AC Chart negli Stati Uniti grazie anche alla performance al Today Show (NBC).

 

GIOVEDÌ 19 APRILE

MILANO – SANTERIA SOCIAL CLUB

Viale Toscana, 31, 20136 Milano MI

Biglietto: 18,00 euro + d.p.

Prevendite disponibili su www.ticketone.it da Venerdì 8 Dicembre alle ore 10.00

 

 

Come tanti giovani musicisti, la carriera di Tom ha visto alti e bassi, gioie e delusioni. Questo potrebbe essere il motivo per cui la sua grande voce e le sue canzoni così emotive hanno la capacità di connettersi alle persone e diventare la colonna sonora perfetta di sentimenti come la paura, la perdita, l’amore e l’amicizia. Nei momenti difficili, la musica di Tom ci ricorda di fare tesoro delle cose belle della vita e ci offre speranza.

Nato a Glasgow e cresciuto a Manchester, l’amore per la musica lo ha accompagnato per tutta l’adolescenza: a 13 compra  la sua prima chitarra e si appassiona a Michael Jackson (“Thriller” è ancora il suo album preferito) AC / DC, Foo Fighters, Underworld, The Prodigy e Muse.

Acquista anche alcune apparecchiature per la registrazione in casa e inizia presto a scrivere le prime canzoni. Dopo aver frequentato il Music College decide di continuare gli studi musicali frequentando un corso di laurea in songwriting all’Università di Londra.

“In realtà ho fatto domanda per una laurea in chitarra, ma il corso era pieno. Avevo inviato loro alcune delle mie canzoni e mi hanno suggerito il corso di songwriting”, dice. “È stato fantastico”.

La commovente “Leave A Light On”, il singolo che lo ha portato al successo, è un brano intenso che parla della sensazione d’isolamento e di lontananza da un caro amico. La minimalista e blues “Blessings” parla dell’apprezzare ciò che si ha, mentre “Heartland” riflette sull’esperienza londinese di Tom con l’alcol e di come non cedere mai alle tentazioni.

L’alcol è presente anche nell’incantevole e lievemente reggae “Just You e I”. “Fly Away With Me” – che ha guadagnato l’elogio di Pigeons & Planes, Clash, Sunday Times, BBC Radio 1, BBC 1Xtra, Beats 1, Earmilk, Complex UK, Source UK ed Eargasm – è “una versione esagerata” dei primi tempi in cui Tom viveva a Londra.

Tom ammette di darsi a volte “dei pizzicotti” per vedere se sta sognando o se tutto quello che sta succedendo è realtà. Il duro lavoro è solo agli inizi ma sta finalmente vedendo realizzati i suoi sogni d’infanzia: raccogliere 25 milioni di stream per “Just You And I” o essere scelto da Elvis Duran come “Artista del mese” debuttando in America al Today Show.

Tom ha recentemente invitato suo padre in studio per vederlo registrare “Angels” con un’orchestra di 30 elementi. “Si è fermato alle mie spalle in lacrime. Non riusciva a credere a dove ero arrivato con la mia musica. Tutto è iniziato grazie al suo incoraggiamento e alla sua fiducia”.

 

 

TOM WALKER: www.iamtomwalker.com | www.facebook.com/IamTomWalker | twitter.com/iamtomwalker | www.instagram.com/iamtomwalker | www.youtube.com/user/TomWalkerVEVO

COMCERTOwww.comcerto.it | www.facebook.com/COMCERTOMUSICA | twitter.com/COMCERTO | instagram.com/comcerto | info@comcerto.it

Share.

About Author

Comments are closed.