Zanne: Svelati i nomi e la location della IV edizione del festival catanese

0
Ecco il grosso del cartellone della IV edizione del festival catanese.
Ai già annunciati AIR si aggiungono
Einstürzende Neubauten, of Montreal, Fujiya & Miyagi, The Limiñanas, Ulrika Spacek, The Mystery Lights e H. Grimace. Ma non è finita qui!!!
Svelata anche la location: l’imponente cratere spento dei Monti Rossi di Nicolosi, alle pendici dell’Etna.

Guarda il trailer di Zanne 2017

A qualche giorno dalla notizia del ritorno di Zanne (21, 22 e 23 luglio 2017) e dopo il lancio della prima tornata di abbonamenti, sold out in pochi secondi, ora è il momento della lineup di questa IV edizione del festival catanese: Einstürzende Neubauten, of Montreal,Fujiya & Miyagi, The Limiñanas, Ulrika Spacek, The Mystery Lights e H. Grimace si aggiungono ai già annunciati AIR. Ma non è finita qui, in quanto altri nomi saranno comunicati a breve. Zanne si conferma così uno degli appuntamenti musicali più importanti dell’estate italiana, mantenendo sempre altissimo il livello artistico della manifestazione, in grado di portare in Sicilia e in Italia grandi nomi internazionali.

Oltre all’annuncio del grosso della lineup, viene svelata anche la location, fino ad oggi tenuta rigorosamente celata. Si tratta della pineta dei Monti Rossi di Nicolosi, ai piedi dell’Etna. Un luogo ancor più suggestivo del Parco Gioeni, che pur aveva affascinato e ben ospitato le precedenti tre edizioni. Una magnifica area boschiva, esplorata e raccontata anche da Goethe nei sui frequenti viaggi italiani. Un palcoscenico naturale formatosi nel 1669 in seguito alla più disastrosa e al contempo spettacolare prova di forza dell’Etna; un’eruzione che cancellò il paese di Nicolosi, devastando e seppellendo decine di centri abitati e trasformando radicalmente la morfologia dell’intera area fino a lambire Catania. Una serie di violenti terremoti infatti annunciò l’apertura di profonde fenditure, dalla cui parte meridionale nacquero i Monti Rossi, un apparato vulcanico formato da piroclasti (ceneri, lapilli e sabbie) eiettati nel corso del parossismo.
La devastazione di un tempo ha oggi lasciato spazio ad una rigogliosa architettura naturalistica di ineguagliabile bellezza. Due grandi coni montuosi ricoperti da una fitta foresta di pini sotto cui sentirsi accuditi e protetti e in cui sarà allestito il campeggio del Festival. Zanne infatti quest’anno si trasforma in una realtà immersiva come mai in precedenza, offrendo la possibilità di pernottare in loco, a un passo dall’area live.

In vendita la seconda tornata di abbonamenti al prezzo totale di 75 euro + d.p., disponibili su Eventbrite e offline e online su circuito Boxoffice Sicilia e a breve anche suTicketone. Presto disponibili anche i biglietti giornalieri e i ticket di accesso al camping di Zanne 2017.

Info:
Facebook
Official
Press

Gli Einstürzende Neubaten sono carisma, oscurità e austerità fatte ensemble. La band di Blixa Bargeld, propone un liveset unico, monumentale e coinvolgente, in grado di ipnotizzare e destabilizzare. Per Zanne la band ripercorrerà 35 anni di carriera in un vero e proprio greatest hits celebrativo.
Gli  of  Montreal di Kevin Barnes dal 1996 girano il mondo e seducono le folle col loro personalissimo stile che incrocia synth-pop, funky, progressive, glam e psychedelia. La band di Athens (Georgia) porterà sul palco di Zanne i nuovi brani tratti dai recenti lavori “Innocences Reaches” e “Rune Husk”.
Fujiya & Miyagi, ovvero elettronica groovy intrisa di kraut e sfumature psych direttamente da Brighton. Considerati da molti i NEU! del nuovo millennio, la band ha pubblicato ad aprile un nuovo lavoro discografico omonimo che raccoglie i loro tre EP precedentemente usciti solo su vinile.
I francesi Lionel e Marie, in arte Limiñanas, possiedono il fascino immediato di chi sa giocare con gli accostamenti impossibili: gli Stereolab in studio con Serge Gainsbourg, lo yéyé solare degli anni ’60 shakerato con le colonne sonore di Umiliani, Morricone e Barry.
Gli Ulrika Spacek sono una delle band più interessanti della scena psych inglese. I fondatori sono Rhys Edwards e Rhys Williams, entrambi di origine tedesca e nati e cresciuti a Berlino. Il 2 giugno uscirà il loro secondo attesissimo album dal titolo “Modern English Decoration”.
Mike Brandon e L.A. Solano sono i The Mistery Lights sin dall’adolescenza. Il salto da Salinas (California) a New York li porta alla definizione della loro lineup con Alex Amini e Zach Butler. Garage-punk, soul e psychedelia d’impatto per un live show esplosivo. Presenti anche al Primavera Sound di quest’anno.
H. Grimace sono in quattro e vengono da Londra. Un concentrato spumeggiante di energia, ottimi testi e sonorità noise post-punk in stile Sonic Youth. Il loro recente debut album “Self Architect” ha richiamato le attenzioni di critica, pubblico e nomi illustri come Nick Cave che li ha apertamente apprezzati e elogiati.
Share.

About Author

Comments are closed.