A night like this festival: ecco il cast definitivo

0

A PLACE TO BURY STRANGERS,
DRINK TO ME, JENNIFER GENTLE,
GIRLS NAMES, C’MON TIGRE, POPULOUS,
IOSONOUNCANE, WELCOME BACK SAILORS, EDIPO, ALBEDO, STEARICA, ABIKU, JOAN THIELE, THE CIRCLE, GIORGIENESS, RAME, FINISTÈRE, L-NOIR,PARADOS, VICTORIA STATION DISORDER, ONGAKU MOTEL

LIVE SUL PONTILE: MORNING TEA, BEA ZANIN, FADE

AFTERPARTY: CAPIBARA

In apertura ai concerti Carlot-ta

SABATO 18 LUGLIO 2015
Chiaverano (TO)
Piazza Ombre, 1

E’ attiva la campagna Musicraiser per acquistare i biglietti del festival:
http://musicraiser.com/it/projects/4073
Biglietto: 10
Ulteriori pacchetti festival disponibili sulla pagina Musicraiser di A Night Like This Festival

www.anightlikethisfestival.com
www.facebook.com/ANightLikeThisFestival – twitter: @anightlikethisfestival

A Night Like This Festival, il festival di musica indipendente immerso nel suggestivo borgo medievale di Chiaverano (TO) che si terrà sabato 18 luglio, chiude la sua line up con alcune piccole chicche per prendere l’esperienza del festival ancora più particolare.

Dopo l’annuncio dei nomi sui palchi principali, saranno tre artisti ad incantare sul pontile del Lago Sirio la mattina di
domenica 19 luglio dalle 12: Morning Tea, una voce, una chitarra e delle canzoni essenziali e semplici come un tè al mattino, Bea Zanin, violoncellista che spazia in tutti i generi musicali con il suo primo EP uscito quest’anno e Fade, musicista eclettico che spazia in molti sottogeneri della musica elettronica senza perdere il suo filo conduttore.

A far ballare fino a notte inoltrata sabato 18 a
l’aftershow al Camping dei Laghi ci sarà Capibara, producer romano un’anima sensibile travestita da nerd, che trova rifugio dietro canzoni in cui, oltre lo specchio di un’elettronica vestita di futurismi garage, ritmi urbani e suggestioni afro, si nascondono linee e orizzonti pop.
Un’ulteriore aggiunta al cast sono gli Stearica, trio strumentale che nel corso degli ultimi dieci anni si è affermato nella scena indipendente internazionale grazie a tour e performance dal vivo con artisti del calibro di Girls Against Boys, NoMeansNo, Dälek, Tarentel, Damo Suzuki e Coliseum, dando vita alla Acid Mothers Temple and Stearica Orchestra e registrando insieme alla band nipponica un album durante l‘ultimo giorno di un tour europeo di 30 date.

La line up di A Night like this anche quest’anno mischia nomi già conosciuti del panorama indipendente italiano e straniero con artisti emergenti e prime volte, seguendo solo il criterio della qualità.
Si parte con A Place To Bury Strangers, la band noise rock psichedelica di New York che porterà sul palco del festival l’acclamato nuovo album Transfixiation, quarto lavoro in studio pubblicato lo scorso febbraio, nonché il primo registrato con il nuovo batterista Robi Gonzales.
Poi i Drink To Me, band di Ivrea tra le più quotate della scena italiana grazie al suo elettro-pop brillante, che presenteranno il loro ultimo album, Bright White Light, uscito ad ottobre per 42 Records.
I Jennifer Gentle sono un nome ormai storico dell’indie italiano e una delle band nostrane più conosciute all’estero, anche grazie alla firma per la leggendaria etichetta statunitense Sub Pop. Una sicurezza live, cosa che stanno dimostrando ancora nel tour di supporto ai Verdena di questi mesi.
Un altro nome straniero sono i Girls Names, band di Belfast che è passata da un art rock molto scuro a suoni molto più elettronici senza perdere la vena dark.
Altro nome degno di attenzione e sulla bocca di tutti nell’ultimo periodo: i C’mon Tigre, misterioso collettivo internazionalefondato da due musicisti che mantengono ignota la propria identità, lasciando parlare per sé la loro world music che viaggia tra Africa, Mediterraneo e deserti statunitensi.
Populous è un musicista e producer salentino che ha attirato molta attenzione anche all’estero con il suo ultimo albumNight Safari, un viaggio esotico tra suoni world e ricerca elettronica, tra antichi strumenti etnici e i bassi della 808.
Nuovo disco da ascoltare dal vivo anche per IOSONOUNCANE, che con il secondo album Die, pubblicato a marzo, propone un collage di suoni che mescola il digitale di campionatori e sintetizzatori con i suoni degli strumenti tradizionali, tra chitarre, organi, flicorni, canti tenorili e molto altro ancora.
I Welcome Back Sailors sono un altro dei nomi di punta di un certo modo tutto italiano di fare electro-dream-pop, e la riprova si è avuta con l’uscita del loro ultimo album Tourismo, definito da tutti uno dei pochi dischi italiani di respiro internazionale.
Oltre a loro Edipo, gli Albedo, gli Abiku, Joan Thiele, i The Circle, Giorgieness, i Rame, i Finistère, gli L-Noir, i Parados iVictoria Station Disorder e gli Ongaku Motel.

In apertura ai concerti l’inedito set di organo, voci e rumori della polistrumentista Carlot-ta, costruito ad hoc sulle sonorità dell’antico strumento della Chiesa di San Silvestro di Chiaverano, dove si svolgerà lo spettacolo, tra un cupo e sofferto blues e malinconie folk.

Anche quest’anno A Night Like This Festival non offrirà solo ottima musica: la fotografia avrà un ruolo importante all’interno della rassegna, con due mostre fotografiche realizzate dall’Associazione Culturale Reflextribe, allestite presso la chiesetta sconsacrata di Santa Marta a Chiaverano. Si rinnova inoltre la collaborazione con la community Instagram IGWORLDCLUB, che promuoverà un contest con l’hashtag #altrevisioni della durata di 12 settimane, al termine delle quali verranno selezionate le 12 foto che faranno parte di un calendario in vendita al festival, il cui ricavato sarà devoluto all’Associazione ONLUS Piccolo Carro di Chiaverano, nata per offrire sostegno alle persone con disabilità. Torna inoltre per il secondo anno consecutivo la mostra a cielo aperto di artisti emergenti, anche per questa edizione a cura di Gianluca Gramolazzi; l’esposizione si intitolerà (E)coesistenze ed avrà tema green, con al centro del concept l’interazione uomo-natura.

Ormai giunto alla sua quarta edizione, A Night Like This Festival torna come ogni anno a Chiaverano, gioiello medievale nascosto nel Canavese accanto ad Ivrea e ad un passo dal bellissimo Lago Sirio. E come ogni anno con un occhio di riguardo alla musica di qualità, alla natura, ai prodotti hand made, alle degustazioni a km zero e all’arte. A Night Like This promette un viaggio ipnotico e coinvolgente, in una location mozzafiato. Strutture convenzionate e servizi navetta collegheranno lavicinissima stazione di Ivrea all’area concerti e al campeggio sulle sponde del Lago Sirio, nelle cui acque è possibile (e consigliato!) nuotare circondati da un paesaggio magico, regalando la possibilità di trascorrere un weekend estivo low cost di puro relax.

Share.

About Author

Comments are closed.