Cato: ecco il nuovo video “Confusione”

0
Amore spogliati le mutande ho bisogno di parlarti seriamente“: inizia così, con questo invito fra l’ironico e l’erotico, il nuovo video di Cato che accompagna il brano “Confusione“. Il videoclip, da oggi su YouTube (http://youtu.be/xTv7cjF3ETQ), è stato realizzato dal regista Emiliano Perani e, come per i singoli precedenti, racconta in modo autoironico e leggero un pezzetto del mondo di Cato. In questo caso il tema del brano è l’amore incondizionato che rende più allegra la vita, all’insegna dello slogan “+ love – stress” coniato da Roberto Picinali (questo il vero nome di Cato) per presentare il nuovo lavoro.

Confusione” è il terzo videoclip tratto dall’omonimo disco d’esordio del musicista e songwriter ex Namastè. Dopo aver compiuto un viaggio fra natura, automobili d’epoca e psichedelia col primo video “Accendimi”e aver omaggiato Luis Bunuel in “Veloce” – filmati che hanno riscosso un grande successo su YouTube con 12 mila e 7 visualizzazioni – “Confusione” racconta l’amore andando decisamente al sodo e giocando con l’immaginario pop. Cato del resto è un musicista imprevedibile da cui non si sa mai cosa aspettare; la sua musica e tutto il suo mondo sono un viaggio libero e folle attraverso tutte le possibilità che la vita ci mette davanti. L’importante è affrontare tutto con “+ love – stress”!

E a proposito di viaggio il video di “Confusione” anticipa di qualche giorno la partenza, il prossimo 7 aprile, di un viaggio che Cato compirà lungo la Via della Seta insieme alla fotografa Valeria Melocchi a sostegno di ADMO ed Emergency (qui il teaserhttp://youtu.be/iFwfq-L3Reo).
Spinto dall’impulso di rilanciare e rivitalizzare l’immagine del settore tessile, a lui molto legato per la terra d’origine e dalla sua passata esperienza lavorativa, Cato è pronto ad intraprendere un viaggio on the road a bordo di un furgone attrezzato per il lungo viaggio.

La Via della Seta lo attende lungo un percorso che attraverserà 8 nazioni, per un totale di 15000 km. Da Gandino, provincia di Bergamo, a Pechino 35 giorni che passeranno lungo Slovenia, Ungheria, Ucraina, Bielorussia, Russia, Kazakistan e Cina. Ultima tappa Hong Kong, sede di uno dei tanti centri di Emergency, che insieme a ADMO sarà protagonista di una raccolta fondi durante il tragitto.

Ad accompagnare l’impresa le canzoni di Cato, quelle del disco dell’anno scorso, quelle nuove di un prossimo disco ora in fase di scrittura, e quelle che inevitabilmente nasceranno lungo la strada verso Hong Kong. Chitarra sempre pronta all’occorrenza, a bordo della suaCatoBus, Roberto Picinali aggiungerà un altro capitolo di quel romanzo incredibile che è la sua vita. Libera e imprevedibile come un viaggio che attraversa i continenti e porta ovunque “+ love – stress”.

Link
http://www.catoband.com
http://soundcloud.com/cato-6

Biografia
Roberto Cato Picinali, bergamasco classe 1976, inizia a suonare all’età di 18 anni. Tanti i progetti a cui ha preso parte, ma il più significativo arriva nel 2000 con i Namastè, gruppo che mescola reggae, funk e folk autoproducendosi quattro dischi che contraddistinguono un’intensa attività live. Sciolti i Namastè nel 2007, Cato entra a far parte dei Luinò, che però si sciolgono nel 2009. E’ a quel punto che nascono i Cato, prima power-trio e poi progetto del solo Roberto Picinali a partire dal 2013. Nelle sue canzoni Cato mescola pop, rock, blues, funk e soul. Il primo ep, ancora in trio, è del 2010, si intitola “Oceano di sogni” e dà la possibilità a Cato di intraprendere un’intensa attività live che non avrà mai un attimo di sosta fino ad oggi. Nel 2012 è la volta del singolo “Princess” che porta Cato (voce e chitarra), con Andrea Castelli alla batteria e Diego Bernardi al basso a suonare anche in Svizzera. A metà 2014 esce il primo disco sulla lunga distanza intitolato semplicemente “Cato” e accompagnato dal videoclip “Accendimi” realizzato da Alessandra Beltrame.

Share.

About Author

Comments are closed.