L’Acqua in Testa festival 2017, con Mos Def, Tony Allen e molto altro

0

Yasiin Bey (aka Mos Def) dagli USA e Tony Allen dalla Nigeria, con gli emergenti Dengue Dengue Dengue (Perù) e IAMDDB (UK). Concerti, dj set, arti visive ed iniziative per la sostenibilità ambientale ed il bene comune, tutto questo è l’Acqua in Testa Music Festival 2017.

L’Acqua in Testa Music Festival, con la sua tredicesima edizione, torna a celebrare il rapporto fra la città di Bari ed il mare, in una nuova posizione che lo rappresenta al meglio: il Molo San Nicola, approdo tradizionale e centrale per le barche dei pescatori così come per la movida serale.

Sabato 7 e domenica 8 ottobre 2017, ad ingresso gratuito, va in scena un fitto programma di concerti di appeal internazionale, affiancato da arti visive, iniziative per la sostenibilità ambientale ed un area espositiva per artigiani, designers e collezionisti di dischi.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Culturale L’Acqua in Testa, con il sostegno della Regione Puglia e del Comune di Bari.

Press kit online (COMUNICATO STAMPA e FOTO)

Sabato 7 ottobre

ore 17:00
Pigment Live Painting

Dalle ore 20:00
Junior V
Raffaele Costantino – dj set
TONY ALLEN
DENGUE DENGUE DENGUE


Domenica 8 ottobre

Live Matinée dalle ore 11:00
Argo
Madison Spencer Band
Rumori di Scena

 Dalle ore 20:00
Tuppi – dj set
IAMDBB
YASIIN BEY (aka MOS DEF)


Entrambi i giorni

– Mostra Fotografica “PASSENGERS di César Dezfuli.
– Food & beverage a cura di TORMARESCA, PESCARIA e SPEAKEASY.


L’INGRESSO E’ GRATUITO
acquaintesta.it
facebook.com/acquaintesta
info@acquaintesta.it


 

“WATER NO GET ENEMY” IL PERCORSO MUSICALE
Con un percorso coerente ma trasversale, L’Acqua in testa 2017 parte dal suono delle radici africane e arriva ai suoi sviluppi più contemporanei e futuribili. La sintesi di questa edizione è nel sottotitolo “Water no get enemy”, celebre brano di Fela Kuti  che esalta il ruolo vitale dell’acqua.
Headliner del 7 ottobre sarà il creatore stesso dell’afrobeat: il leggendario TONY ALLEN, alla batteria con Fela negli anni ’70 ed oggi attivissimo in svariati ambiti musicali di alto profilo. Il suo concerto a Bari presenta in Prima Nazionale l’album “The Source” appena uscito per l’etichetta Blue Note, ricco di sonorità jazz e funk.
Il suono del sabato poi diventa tropicale ed elettronico, con gli irresistibili Dengue Dengue Dengue dal Perù e con le suggestioni afrofuturiste del dj Raffaele Costantino, l’apprezzato conduttore di Musical Box su Radio 2.
Apre la serata il reggae del giovane Junior V, talento locale sempre più riconosciuto e alle prese con nuove produzioni interessanti.
Fra le eredità musicali di Fela Kuti c’è ovviamente l’hip hop afroamericano più militante e cosciente di personaggi con MOS DEF, superstar newyorkese che da qualche anno ha cambiato nome in YASIIN BEY. Sarà lui il protagonista più atteso di domenica 8 ottobre, per l’Unica Tappa Italiana del suo “Farewell Tour”, forse uno degli ultimi live di un artista non più confinabile alla musica e con grandi successi in ambito cinematografico.
Aprirà la serata la giovane emergente IAMDDB da Manchester (UK), un esempio di successo di una visione soulful e jazzata del trap emersa nell’urban inglese degli ultimi anni.
Per finire, il Dj perfetto per questa serata, il “nostro” amico Tuppi, sempre presente e a suo agio con le sonorità black classiche o modernissime che siano.

I LIVE DELLA DOMENICA MATTINA
Domenica 8 inauguriamo un’altra assoluta novità: il “LIVE MATINEE” dell’Acqua in Testa.
Per la prima volta il festival allarga gli orizzonti e al pari dei grandi festival internazionali arricchisce il programma con i concerti al mattino.
A partire dalle ore 11.00, infatti, sul Main Stage, si esibiranno le band vincitrici dei rispettivi contest: i salentini Madison Spencer Band (dall’Essere Perfetto Music Contest), i baresi Argo (dal Rec n’ Play) e Rumori di Scena (dal Fix It Live Social Music Contest).
Tre gruppi di talento che spaziano dal rock al noise, fino all’elettronica strumentale. La scena pugliese emergente farà da colonna sonora alla domenica mattina dei tantissimi baresi che si riversano sul lungomare e dei molti turisti e croceristi di transito nel capoluogo nel fine settimana.

FOTOGRAFIA E ARTI VISIVE SUL MARE
In collaborazione con PhEST – Beyond the sea, festival internazionale di fotografia e arte di Monopoli, saranno esposte, per gentile concessione del fotografo César Dezfuli, alcune immagini del progetto “Passengers”.
Un lavoro di documentazione composto da 118 ritratti di persone salvate da un gommone alla deriva nel Mediterraneo, a 20 miglia nautiche dalla costa libica. Gli scatti, realizzati pochi minuti dopo il salvataggio di tutte le persone che viaggiavano sulla stessa imbarcazione, raccontano le loro facce, lo sguardo, i segni sui corpi, i vestiti, riflettendo lo stato fisico e psicologico in cui si trovano in un momento che ha già segnato la loro esistenza per sempre.
In occasione delle due date de L’Acqua in testa Music Festival, è previsto un tocco di arte pubblica ad una due giorni di musica già molto “colorata”. Il collettivo artistico Pigment Workroom effettuerà interventi di trasposizione creativa del tema dell’acqua sui dissuasori di cemento, i cosiddetti “New Jersey”, ormai elementi di sicurezza urbani, miscelando forme acquatiche e  musicali ad una riflessione su quanto succede nella nostra società.

L’ACQUA IN TESTA INTRODUCE IL FESTIVAL DELL’ACQUA
Tra le novità di quest’anno dell’Acqua in Testa, la partnership con UTILITALIA, che riunisce tutti i gestori italiani dell’acqua e che promuove la quarta edizione del FESTIVAL DELL’ACQUA.
L’iniziativa culturale itinerante sulle buone pratiche dell’uso dell’acqua che quest’anno arriva a Bari dopo le tappe a Genova, l’Aquila e Milano. Saranno proprio i concerti ad aprire idealmente l’appuntamento biennale degli operatori del settore idrico che per tre giorni affronteranno in convegni, seminari e iniziative culturali, i temi dell’acqua pubblica, dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale.
L’edizione barese è realizzata in collaborazione con Acquedotto Pugliese Università di Bari e con il patrocinio di Unesco, Ministero dellAmbiente, Regione Puglia e Comune di Bari.

UN FESTIVAL ECO-FRIENDLY
In sinergia e col sostegno della Regione Puglia, anche questa edizione del festival porrà ancora una volta al centro dell’attenzione le tematiche ambientali; Con particolare riferimento ad un target giovanile, le attività che saranno messe in campo a cura di E.M.S. (Ente Modelli Sostenibili), avranno l’obiettivo di incrementare il livello di consapevolezza del pubblico.
Grazie a Ecofesta Puglia, troverete la raccolta differenziata assistita alle coloratissime isole ecologiche, informazione ambientale e soprattutto tante attività di gaming e animazione ecologica.  Saranno realizzati in diretta eco-gadget personalizzati Acqua in testa grazie alla stampante 3D alimentata dal laboratorio mobile Ecofesta Puglia, furgone personalizzato sul cui tetto è stato installato un impianto che trasforma l’energia solare in energia elettrica accumulandola in appositive batterie. Nella stessa area sarà possibile ricaricare telefono, macchina fotografica e tablet con una semplice pedalata grazie al Sit and Pedal, un generatore di energia capace di alimentare apparecchiature fino a 100 Watt. Nelle azioni green saranno tutti protagonisti grazie alla campagna “Differenzia LAcqua in Testa – Porta la sporta!”, un invito a portare con sé le buste in mater-bi distribuite nellarea per raccogliere i rifiuti e non lasciarli a terra. Saranno poi differenziati presso i punti di raccolta statici e mobili presenti dell’area grazie al supporto degli informatori ecologici attivi durante l’evento. L’evento è certificato “100% energia pulita Dolomiti Energia”.

Share.

About Author

Comments are closed.